Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

50 anni esatti sono passati dalla prima edizione

"La laica Perugia e la spirituale Assisi", partita la Marcia della pace


'La laica Perugia e la spirituale Assisi', partita la Marcia della pace
25/09/2011, 11:09

PERUGIA – La Marcia della pace ha preso il via poco dopo le 9,30 dall'Arco di San Girolamo a Perugia, con destinazione la Rocca di Assisi, in questo di oggi, che possiamo definire per il centro Italia,  una  bella giornata di inizio autunno.

Tra gli striscioni di testa, quello della candidatura di Assisi e Perugia a capitale europea della cultura 2019. A portarlo, i due sindaci, quello di Perugia di centrosinistra e quello di Assisi, Claudio Ricci, di centrodestra, a rappresentare "la laica Perugia e la spirituale Assisi" unite dalla Marcia ma più in generale dalla cultura della pace. Quasi 50 anni esatti sono passati dalla prima Marcia ideata da Aldo Capitini, che i 24 chilometri da Perugia ad Assisi il 24 settembre 1961 li percorse con Norberto Bobbio, Renato Guttuso, Italo Calvino.
Oggi, per l'occasione, riecheggia lo slogan di allora, che parlava di pace e fratellanza dei popoli e si rivede lo striscione portato nel 1961 dallo stesso Capitini. Ma di slogan se ne sentono tanti e diversi, perché la Marcia, più che puntare quest'anno su un tema preciso, assorbe gli spunti dell'attualità e li ricicla in una sorta di programma politico spontaneo ma non casuale: slogan e cartelli disegnano una variegata galassia di movimenti che parlano di politica, lavoro, ambiente, diritti, immigrazione.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©