Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

"La Luna a strisce" di Lucia Amendola Ranesi alla Fondazione Mondragone


'La Luna a strisce' di Lucia Amendola Ranesi alla Fondazione Mondragone
03/11/2011, 14:11

Un appassionato racconto di una travolgente storia d’amore e insieme un romanzo storico su personaggi come Ettore Majorana e Renato Caccioppoli: questa in breve l’essenza del libro “La Luna a strisce” di Lucia Amendola Ranesi, che sarà presentato sabato 5 novembre, ore 11 alla “Fondazione Mondragone” - Piazzetta Mondragone 18 - Napoli 

La Luna, il Vesuvio, il monte Faito e il Mare, entità non cose, sono coprotagonisti-complici di un amore straordinario. “La Luna a strisce” non è solo un appassionato racconto di una romantica e travolgente storia d’amore, ma diventa testimonianza di storia, quella dei grandi eventi e quella minore, più vicina agli uomini, alle loro gioie e alle loro tragedie. La scienza e il ruolo della cultura e della conoscenza sono altri motivi ricorrenti e, spesso, nel romanzo vi sono notizie di prima mano su personaggi che hanno avuto un ruolo di protagonisti nella vita napoletana e italiana dei primi anni del ‘900, come Ettore Majorana e Renato Caccioppoli. Questo e molto altro ne’ “La Luna a strisce”, il libro di Lucia Amendola Ranesi (editato da Guida, nella collana “Lettere Italiane”) sarà presentato sabato 5 novembre alle 11.00 alla “Fondazione Mondragone”, Museo del tessile e dell’abbigliamento “Elena Aldobrandini”, che si trova in Piazzetta Mondragone 18. Con l’autrice sarà presente Donatella Trotta, scrittrice e giornalista de’ “Il Mattino”, Rino Mele, presidente della Fondazione di poesia e storia “Ex-machina” e Giulia Parente, presidente della “Fondazione Mondragone”. Nel corso dell’evento ed alla sua chiusura saranno eseguiti brani del repertorio classico della canzone napoletana, interpretati dal quartetto “Gli Ariò”, Valeria Cappuccio (voce), Mario Addone (chitarra), Claudio Caliendo (mandolino), Lucio Fontana (percussioni).

Lucia Amendola è nata a Salerno e vive a Roma. Si è laureata in Matematica nel 1965 all’Università di Napoli. Aggiornatrice sull’insegnamento della matematica per insegnanti della scuola primaria, lavora tuttora in un gruppo di ricerca sulla didattica della matematica. Autrice di un libro di testo di matematica per la scuola media, pubblicato nel 1982 in più edizioni dalla casa editrice Felice Le Monnier, ha scritto diversi lavori didattici tra cui “Il linguaggio della Matematica”, pubblicato dalla Ciid di Roma, nell’ano 2002, nell’ambito del Progetto Europeo Comenius. Curatrice del volume “Un vago devastante malessere”, raccolta di poesie di Renato Della Calce, edito nel 2005, dalla Casa Editrice Plectica. Con una favola multimediale ha vinto, nell’anno scolastico 1999/2000, insieme con i suoi alunni della seconda media statale G. Tuccimei di Roma, il primo premio nazionale del concorso Enea/Fondazione Micheletti: La Nuova “Città del Sole”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©