Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

La Lega la difende, ma Pd e M5S si schierano contro

La Maglie e la sua striscia su Rai 1 dopo il Tg: è polemica


La Maglie e la sua striscia su Rai 1 dopo il Tg: è polemica
01/02/2019, 16:08

ROMA - Sta diventando un caso la decisione di Rai 1 di chiamare Maria Giovanna Maglie a condurre una striscia "informativa" tutti i giorni dopo il Tg delle 20. In pratica, occuperebbe la zona oraria che una volta era di Enzo Biagi. Una decisione contro cui si sono schierati il Movimento 5 Stelle e il pd, per le sue idee sovraniste e nazionaliste. Motivo per cui invece è la Lega a difenderla. Anche perchè oggi interviene Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai, che ha ricordato come la Maglie non faccia più parte dell'Ordine dei giornalisti da tre anni. 

Dal canto suo la giornalista (o ex giornalista?) si difende dicendo che lei fa comunque parte dell'Ordine anche se sono tre anni che non paga la quota annuale di iscrizione. Compito che prima era affidato al padre e di cui lei dice di essersi dimenticata. Che sia questo il problema della sua iscrizione o meno, resta il fatto che la Maglie ha dimostrato più volte una completa assenza di quella imparzialità almeno formale che ogni conduttore deve avere, per evitare di trasformare una strasmissione informativa in uno spettacolo di propaganda politica. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©