Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Successo per l'antica casa toscana al Vitignoitalia 2012

La Marchesi de Frescobaldi apprezzata al Salone del Vino a Castel dell'Ovo


La Marchesi de Frescobaldi apprezzata al Salone del Vino a Castel dell'Ovo
28/05/2012, 16:05

Appena calato il sipario su Vitignoitalia 2012, nel mentre si fanno i conti dei successi e delle affermazioni di quella che è stata l’ottava edizione del Salone del vino e dei territori vitivinicoli italiani, anche la storica casa vinicola “Marchesi de Frescobaldi”, quasi in  benevola concorrenza con il Castel dell’Ovo e la stessa città di Napoli, luoghi vincenti ed apprezzati dai tanti espositori nazionali e dal pubblico internazionale, si è confermata come uno dei motivi di grande interesse per la tre giorni dedicata ai grandi vini. Ed è così nel mentre si  è conclusa l’ ottava edizione di Vitignoitalia, il Salone nazionale dei vini e dei territori vitivinicoli italiani, che, malgrado la crisi, ha ribadito con circa 12 mila visitatori i numeri della scorsa edizione: la Marchesi de Frescobaldi ha saputo ancora una volta confermare una grande affluenza presso il suo stand con una produzione davvero di grande pregio. Tra i circa duecento  espositori di questa ottava edizione, un numero lievemente in calo che tuttavia  è stato compensato dalla grande qualità dei nomi presenti, la Frescobaldi durante lo svolgimento di quella che si è confermata come la “passerella enologica” più interessante del Centro Sud Italia è nuovamente salita in cattedra con i suoi straordinari nettari. Tant’è che con il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, insignito del titolo di Sommelier ad honorem dall’Ais di Napoli che gli donato il “tastevin d’argento”, emblema della prestigiosa associazione, la blasonata casa vinicola toscana sempre più presente in città con le sue iniziative divise tra gusto, armonie di profumi e raffinatezza, organizzate dall'area manager Federico Improta, si è imposta tra il pubblico per le straordinarie qualità e le note organolettiche dei suoi celebri vini in grado di rappresentare la grande tradizione  ed un gusto moderno senza perdere il collegamento con il territorio nel rispetto di tutte quelle regole tese alla salvaguardia delle antiche caratteristiche.

 

 

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©