Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

La cultura in barattolo

La mitica Treccani sottolio


La mitica Treccani sottolio
18/12/2010, 11:12

Roma - Vent'anni fa, quando cominciarono a diffondersi i supporti digitali Benedetto Marcucci fece il suo primo 'libro sottolio'. I libri scelti, tranne rare eccezioni, erano sempre classici: romanzi, saggi o manuali che hanno segnato la cultura occidentale. Vedendo un sottolio non si capisce se abbia un significato negativo o positivo: questa ambiguità è volutamente irrisolta. Oggi l'artista 43enne romano, che è stato allievo e assistente di Mario Schifano, realizza e presenta al Macro, il Museo d'Arte Contemporanea di Roma, un progetto pensato negli anni Novanta ma mai realizzato: la "Treccani sottolio", che rimarrà esposta nel Museo di Via Nizza dal 16 dicembre al 16 gennaio. L'Enciclopedia Italiana, probabilmente l'impresa scientifica più imponente di tutta la storia culturale nazionale, nell'epoca di Wikipedia, vive evidentemente un momento critico. Non per questo, secondo Marcucci, deve esser dimenticata in qualche cantina o lasciata morire in uno scaffale: al contrario deve essere conservata. In questo rapporto tra elevazione a reliquia e inattualità, ma anche nella paradossale impossibilità di essere letta, sta la filosofia dell'installazione.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©