Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

La mostra di Ernesto Tatafiore e la collezione Terrae Motus aperte anche a Natale e Capodanno alla Reggia di Caserta


La mostra di Ernesto Tatafiore e la collezione Terrae Motus aperte anche a Natale e Capodanno alla Reggia di Caserta
23/12/2009, 14:12

Sarà aperta tutti i giorni, sino all’11 gennaio 2010, quando riprenderanno le normali aperture museali, la mostra “ I maestri di Terrae Motus: Ernesto Tatafiore” alla Reggia di Caserta fino al 20 marzo.
L’esposizione, che si inserisce nel ciclo di esposizioni degli artisti che hanno dato vita alla collezione permanente “Terrae Motus” voluta dal gallerista Lucio Amelio ispirata dall’evento sismico del 23 novembre 1980, sarà dunque visitabile tutti i giorni durante le feste natalizie unitamente dalle 9.00 alle 19.00 al prezzo di 8 euro (com agli appartamenti reali
 
         Dopo aver attraversato le sale dove sono esposte le opere dei 70 artisti di Terrae Motus  donate alla scomparsa di Amelio alla Reggia di Caserta, si accede alla mostra di Ernesto Tatafiore, attraverso un corridoio i cui lati sono tappezzati da un ingrandimento che rappresenta un lavoro sulla Rivoluzione Francese realizzato nel 1980 dall’artista napoletano.
Nelle successive 5 sale sono esposte 100 opere del Maestro per offrire un panorama della sua recente produzione tra cui 41 tele e 30 disegni realizzate nel 2009 e 29 sculture in ferro bronzo e oro create negli ultimi 20 anni.
 
Il biglietto d’ingresso è effettuabile attraverso la prenotazione con la biglietteria gestita da Arethusa ai numeri: tel. 0823.448084 - e-mail - caserta@arethusa.net Info sul sito: www.arethusa.net
Il catalogo, edito da Colonnese, disponibile presso la libreria della reggia e a Napoli, da gennaio sarà in vendita su tutto il territorio nazionale al prezzo di 35 euro
 
L’evento, promosso dalla Regione Campania e dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Caserta e Benevento, curato da Mario Franco e coordinato da Ferdinando Creta, intende offrire un panorama della più recente produzione di uno dei grandi artisti presenti nella Collezione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©