Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

L'innalzamento della dorsale oceanica

La nascita dell'Oceano


La nascita dell'Oceano
07/05/2011, 12:05

La nascita di un nuovo oceano è causata dal progressivo innalzamento di una cosiddetta dorsale oceanica, ossia di un rilievo sulla frattura che si apre tra due zolle tettoniche tendenti ad allontanarsi tra loro. Queste dorsali, caratterizzate dalla formazione di nuova crosta oceanica, rappresentano vere catene montuose sottomarine che possono superare i 60 mila Km di lunghezza e gli oltre 4.000 di larghezza. Le loro creste possono sovrastare di due, tre Km bacini oceanici tra loro adiacenti. In superficie, una cintura di sismi testimonia la presenza di segmenti di queste dorsali e di faglie tettoniche che si spostano lateralmente. Le prime fasi della nascita di una dorsale sono più facilmente osservabili sul continente, piuttosto che nel mezzo della placca oceanica; per questo le cosiddette zone di “rift continentale” rappresentano degli ottimi punti di osservazione per eseguire lo studio delle fasi primigenie di apertura degli oceani. Condizioni fondamentali per la genesi di un oceano e per la rottura della zolla continentale sono, anzitutto, l’esistenza di un campo di sollecitazioni sufficientemente forte per creare la rottura della litosfera continentale, ossia della crosta e del mantello superiore terrestri, e, inoltre, la possibilità di apporto di magma basaltico proveniente dal mantello superiore. La fonte energetica che permette la formazione di crosta oceanica è di origine endogena ed è rappresentata dal calore generato dalla radioattività del nucleo e del mantello terrestre, il quale viene trasportato in superficie attraverso la formazione di celle convettive all’interno del mantello stesso.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©