Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Durante il “Linea d’Ombra-Festival Culture Giovani”

La Notte delle Catastrofi: Guardare film da cataclisma per vincere 500€


La Notte delle Catastrofi: Guardare film da cataclisma per vincere 500€
25/02/2009, 10:02

Dalla Parigi nucleare alla schizofrenica intelligenza di Bruce Willis e Brad Pitt. Dall’horror made in Polo Nord agli scoop giornalistici. Fino al fantascientifico Blob magenta anni ’50, interpretato da Steve McQueen e sonorizzato da Burt Bacharach. E poi il cult “più brutto della storia del cinema” con Bela Lugosi e il pericolo di una glaciazione che ammazzerà i libri di Manhattan. Tutto in una notte lunga dodici ore. Tutto pur di vincere 500 euro.
 
Altro che meteoriti o disastri naturali. Stavolta nessuno scienziato ha saputo prevedere “La Notte delle Catastrofi” che si manifesterà venerdì 17 aprile 2009 a Salerno, per la XIV edizione di “Linea d’Ombra-Festival Culture Giovani”.
L’evento ideato e diretto da Peppe D’Antonio quest’anno si concentra sui valori del Caos: nelle discipline teatrali, nella musica, nell’arte contemporanea, nella letteratura e nelle performance. E una super-proiezione sarà proprio quella in calendario nel giorno in cui si celebra la scomparsa di Humberto Tozzi. Dalle 11 di sera alle 11 del giorno dopo, nelle sale del Complesso monumentale di Santa Sofia, verranno proiettati 7 film che esaltano il fascino delle catastrofi: siano esse naturali o stupidamente provocate dall’uomo.
 
Le Dernier Combat” di Luc Besson (1982), “L’esercito delle dodici scimmie” di Terry Gilliam (1995), “La cosa da un altro mondo” di Christian Nyby (1951), “Deep Impact” di Mimi Leder (1998), “Fluido Mortale - The Blob” di Irvin S. Yearworth (1958), “Plan 9 From Outer Space” di Edward D. Wood Jr. (1959) e “The Day After Tomorrow” di Roland Emmerich (2004) sono le opere visive che saranno alla base del pericoloso test cui sono chiamati a rispondere gli spettatori che coraggiosamente parteciperanno alla maratona. In palio 500 euro.
 
È così che il caos si trasforma senza preavviso in catastrofe, la catastrofe in prezioso istante creativo e la creatività in abitudine sana della città di Salerno e della nuova edizione di “Linea d’Ombra-Festival Culture Giovani”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©