Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

“La pazienza differenziata”, prima nazionale al Supercinema


“La pazienza differenziata”, prima nazionale al Supercinema
20/10/2011, 11:10

Castellammare di Stabia. Il Teatro Supercinema apre i battenti alla nuova stagione di prosa 2011-2012 e lo fa con una prima nazionale. Si tratta de “La pazienza differenziata” di Gino Rivieccio, Maurizio De Giovanni, Gustavo Verde, con Gino Rivieccio, Fiorenza Calogero e Rosario Minervini. Questo spettacolo, vuole essere un piccolo manuale, tutto giocato sul divertimento, atto a mostrare agli spettatori il modo migliore per sopravvivere alla montagna di spazzatura morale e sociale che sta sommergendo il mondo di oggi. “L’idea è nata dall’esigenza di raccontare il drammatico momento che noi napoletani stiamo vivendo – spiega Rivieccio – e mi riferisco non soltanto al problema della spazzatura. La ‘pazienza’ tipica dei napoletani è ormai troppa, e superati certi limiti può diventare un difetto. Lo spettacolo offrirà sorrisi che si alterneranno a numerosi momenti di riflessione”.
La pazienza differenziata è uno stato d’animo, un modo di essere. Appartiene a tutte quelle persone che hanno la forza di aspettare, di sbollire certi sentimenti, qualche volta anche di subire gli eventi della vita. Ma la pazienza differenziata è anche l’abitudine a rispettare la spazzatura e a riporla nei siti giusti, consapevoli che noi italiani con le regole viviamo un continuo conflitto di disinteresse. Tutto questo verrà messo in scena da Gino Rivieccio con l’abilità e la versatilità del veterano del palcoscenico, accompagnato da bravissimi attori e cantanti, tra cui la stabiese Fiorenza Calogero. Saranno due ore di risate attraverso monologhi, scene e canzoni nella convinzione che la satira sia l’adeguato inceneritore dove riporre i rifiuti e i finti spazzini che ci circondano.
La rassegna teatrale curata dall’attore Lello Radice, attualmente impegnato ne “Il giudizio universale” di Armando Pugliese che fino al 30 ottobre sarà al teatro Augusteo di Napoli, proseguirà il 29 e 30 ottobre con “Il Miracolo di Don Ciccillo” di Carlo Buccirosso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©