Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Approfondimento serale per il direttore di Libero

La RAI lancia Belpietro contro Santoro


La RAI lancia Belpietro contro Santoro
24/12/2009, 12:12

ROMA - Se ne parlava da tempo, ma finora erano solo voci. Adesso invece è stata consegnata la scheda di programma, primo passo per inserire la trasmissione nei palinsesti. E così dal primo febbraio su RAI2 Maurizio Belpietro cercherà di sbarrare il passo a Michele Santoro. Avrà una sua trasmissione, probabilmente il mercoledì in prima serata; un contratto d'oro (si parla di una cifra che si aggira intorno al milione di euro l'anno, anche se Belpietro smentisce); e soprattutto nessun obbligo di ascolti. Basta che non fa la fine di Socci, che portò la sua trasmissione Excalibur sotto lo share del 10% (che in una trasmissione di prima serata è inammissibile) provocando la rivolta degli inserzionisti pubblicitari, e il gioco sarà fatto.
E' l'ennesimo tentativo di fermare Santoro, che ormai è l'unica voce discordante in una TV tutta omologata alla propaganda berlusconiana. La RAI, non potendo impedire di organizzargli il programma in prima serata, in virtù di una serie di sentenze del Tribunale civile, prima ha cercato di creargli ostacoli non rinnovando i contratti da precari ai giornalisti; poi ha fatto lo stesso con Travaglio. Dato che però insistere oltre certi limiti avrebbe messo la RAI in difficoltà legale, hanno dovuto alzare le mani. Fino a questa contromossa: una trasmissione di propaganda governativa (sono le uniche che riesce a fare Belpietro), con un bel parterre di esponenti della maggioranza, che se la suonano e se la cantano. E buon divertimento a chi la vedrà.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©