Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ancora una volta sconfitta la volontà censoria di Minzolini

La Rai perde un altro ricorso: la Ferrario deve tornare al TG1


La Rai perde un altro ricorso: la Ferrario deve tornare al TG1
07/03/2011, 13:03

ROMA - Ancora una volta i comportamenti della Rai portano ad una sconfitta davanti ai giudici. E' accaduto di nuovo col ricorso fatto da viale Mazzini contro la sentenza del Tar che lo scorso 28 dicembre ordinava di reintegrare, nelle funzioni di giornalista in studio nell'edizione delle 20 del TG1. Tiziana Ferrario, estromessa durante l'estate del 2010 per non aver firmato una petizione di sostegno al direttore del TG1 Augusto Minzolini e per averne contestato il comportamento.
Il Tribunale collegiale ha infatti respinto il ricorso, con motivazioni non dissimili dalla sentenza del Tar: "Sussistono elementi indiziari che convergono univocamente nel far ritenere che lo spostamento della lavoratrice dalle mansioni di conduttrice di telegiornale sia da addebitare più che ad effettive esigenze organizzative ad una volontà ritorsiva posta in essere dai vertici della redazione al fine di sanzionare il dissenso manifestato dalla giornalista nei confronti della linea editoriale impressa al telegiornale dal direttore".
E adesso tocca proprio a Minzolini che, gli piaccia o meno, dovrà ridare alla Ferrario il suo ruolo di "mezzobusto" dell'edizione principale del TG1. Altrimenti rischia una denuncia penale, per mancata applicazione di una sentenza e quindi la violazione prevista dall'articolo 650 del Codice Penale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©