Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

“La religione dello storicismo” di Fulvio Tessitore


“La religione dello storicismo” di Fulvio Tessitore
20/06/2011, 11:06

Mercoledì 22 giugno il CEINGE ospiterà la presentazione dell’ultimo libro di Fulvio Tessitore, La religione dello storicismo. L’incontro si avvarrà dei contributi dei professori Giuseppe Cacciatore, Giuseppe Cantillo, Franco Donadio e Giuseppe Lissa. Sarà presente l’autore. Aprirà il dibattito il Coordinatore scientifico del CEINGE Francesco Salvatore. L’appuntamento è alle ore 17.30, Auditorium CEINGE, via Gaetano Salvatore 486 (ex Comunale Margherita – ingresso anche dal Policlinico Federico II in via Pansini 5).
Descrizione:
Partendo dall'idea di storicismo, religiosamente laico, critico e problematico, come tentativo di individuare una nuova razionalità, che, senza etica ripugnanza per il tema della "relatività", sia capace di intendere lo spazio autonomo del molteplice come "connessione" e "relazione", processo di universalizzazione dell'individualità, la "religione dello storicismo" si afferma in queste pagine come un originale paradigma della filosofia della religione. Una concezione inquieta e inquietante, rigorosamente anti-fondamentalistica perché affidata alla responsabilità dei soggetti, alla forza etica del loro irresistibile tendere oltre, sempre dinanzi al rischio della spietatezza della storia da essi stessi costruita. "Evacuata est crux Christi". Il libro, dopo un preliminare tentativo di chiarificazione teoretica del problema, delinea i tratti di una possibile storia di questa categoria, a partire da una serie di "sondaggi" storiografici su figure, grandi e minori, sempre autenticamente significative, dell'Otto-Novecento europeo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©