Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

LA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ IN PROGRAMMA DAL 14 AL 22 SETTEMBRE


LA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITÀ IN PROGRAMMA DAL 14 AL 22 SETTEMBRE
19/09/2008, 16:09

“Clean air for all, Aria pulita per tutti ” è il tema dell'edizione 2008 di European Mobility Week, la Settimana europea della mobilità, in programma dal 14 al 22 settembre a Bruxelles (Belgio) e in numerose città europee.

L'iniziativa è stata lanciata per la prima volta nel 2002 dalla Direzione Generale ambiente della Commissione europea con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sui temi della mobilità sostenibile e dell'inquinamento urbano e di incoraggiare un dibattito allargato a tutti i cittadini sulla necessità di modificare i propri comportamenti, promuovendo la mobilità ciclabile e pedonale, il trasporto pubblico ed un uso responsabile dell'auto.
L'edizione 2007 della Settimana ha coinvolto più di 220 milioni di cittadini in 37 Paesi: i cittadini europei sono infatti sempre più preoccupati per l'inquinamento delle città.
L' edizione di quest'anno si concentrerà dunque sulle diverse cause e sulle problematiche correlate all'inquinamento acustico e all'affollamento per migliorare la qualità della vita nelle città. In particolare gli argomenti trattati saranno: trasporto pubblico, pedonalità, gestione della mobilità, responsabilità nell'uso dell'auto, mobilità e salute, greenway.
Proprio in occasione dell’importante iniziativa europea, il coordinamento campano della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), insieme a Legambiente Campania che ha aderito alla campagna, rilanciano la proposta alla Regione Campania di stipulare, come già avviene con differenti modalità in diverse regioni italiane (Puglia, Sicilia, Lombardia, Trentino) un protocollo d’intesa con Trenitalia affinché sia reso gratuito il trasporto delle biciclette su tutti i treni regionali (attualmente il costo è di 3,50 € giornalieri).
Il treno e la bicicletta sono due mezzi ‘sostenibili’ per eccellenza; l’unione delle loro potenzialità consente di muoversi velocemente, senza stress, senza emettere sostanze nocive e senza creare traffico, su distanze in scala comunale, provinciale o regionale. Una modalità efficiente ed utile sia a livello di movimenti ‘pendolari’, quali sono gli spostamenti giornalieri casa-ufficio, che a livello turistico, in una Regione tanto ricca di bellezze architettoniche e paesaggistiche e tanto afflitta da problemi di traffico veicolare.
Per questi motivi, il coordinamento FIAB-Campania e Legambiente Campania rinnovano le richieste già dettagliate in una lettera inviata ai primi di luglio all’Assessore Regionale ai Trasporti Ennio Cascetta, in cui si suggerisce, tra l’altro, all’ente Regione di farsi carico del pagamento dei supplementi-bici emessi in Campania, e di sottoscrivere accordi con Trenitalia per aumentare la dotazione di carrozze con vano riservato alle bici. Con un investimento di spesa limitato, la Regione otterrebbe un importante ritorno in termini d’immagine, sia a livello locale, favorendo l’intermodalità treno-bici, sia di promozione turistica, in quanto la pratica del cicloturismo che vede ormai più di 10 milioni di europei trascorrere le proprie vacanze in bici, prende sempre più piede anche in Italia (dati presentati nell’ambito del progetto CYCLE ROUTE NETWORK OF MEDITERRANEAN).
“Chiediamo a tutte le istituzioni anche locali - dichiara Francesco Apperti Portavoce Coordinamento FIAB Campania – agli enti sia pubblici che privati, alle associazioni e a tutte le personalità politiche e della società civile, di sostenerequesta nostra iniziativa tramite la F.I.A.B. o direttamente presso l’assessorato ai trasporti della regione”.
 “Campania Bicix”, dunque, lo slogan che fa il verso al ben noto aggettivo di “Campania Felix” che i romani davano alle nostre terre, accompagnerà migliaia di cittadini che in questi giorni parteciperanno alle iniziative locali di riduzione dell’uso dell’autovettura privata, ed una svolta decisa verso la mobilità sostenibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©