Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

La storia e le origini del Presepe: esperti a confronto a Caserta


La storia e le origini del Presepe: esperti a confronto a Caserta
11/12/2009, 11:12


CASERTA - La storia del presepe, le sue origini, il valore artistico e la tradizione tipicamente casertana saranno al centro del convegno organizzato dalla Pro loco del Trivice e dalla Pro loco Casertantica nell’ambito della manifestazione 'Presepiando e …non solo'. L’appuntamento è per domani – sabato 12 dicembre alle ore 17 – nella Chiesa dell’Annunziata a Casertavecchia. Per l’occasione interverranno la professoressa Rosanna Cioffi, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia della Seconda Università degli Studi di Napoli, lo storico Alberto Zaza d’Aulisio, l’antropologo Augusto Ferraiuolo. Arricchiranno la serata il contributo artistico dell’attore e regista Pierluigi Tortora e l’esibizione acustica di Antonio De Innocentis, chitarrista dei ‘Taranterrae’, che regalerà al pubblico canti e poesie tipiche della tradizione natalizia. Il convegno rappresenterà anche un valida occasione per annunciare ufficialmente l’apertura della mostra itinerante di presepi, realizzati da noti artisti del territorio, che per tutto il periodo delle festività potrà essere ammirata in ben ventinove siti di interesse storico-artistico e religioso della città. Tra questi la Reggia vanvitelliana, il santuario di Sant’Anna, la caserma ‘Ferrari Orsi’, il Palazzo Pastore a Tredici e la congrega dell’Immacolata a San Clemente ma anche il Palazzo Cocozza a Casolla e il santuario di Santa Lucia, la cattedrale di San Michele a Casertavecchia e l’Eremo di San Vitaliano. L’iniziativa - promossa dalla Pro loco del Trivice e dalla Pro loco Casertantica e patrocinata da Provincia, Comune, Ept, Sovrintendenza, Diocesi di Caserta e Brigata Bersaglieri ‘Garibaldi’ con la partecipazione dell’associazione italiana ‘Amici del presepio’ – rientra nel ciclo di eventi della manifestazione ‘Natale a Caserta’.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©