Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Concorso bandito dalla Provincia per gli Istituti superiori

''La vita non è un film'', premiata la scuola Vittorio Veneto


.

''La vita non è un film'', premiata la scuola Vittorio Veneto
07/06/2010, 13:06

NAPOLI - Sono stati premiati stamattina, nella sala Mariella Cirillo di Palazzo Matteotti della Provincia di Napoli, i vincitori del concorso "La vita non e' un film" riservato agli studenti degli istituti superiori che la Provincia di Napoli ha bandito in collaborazione con Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica). I dati sull'incidenti stradali che, nei paesi europei rappresentano la prima causa di mortalita' nei soggetti sotto i 40 anni, fanno emergere l'importanza di una educazione stradale che preceda il conseguimento della patente di guida e che si accompagni alle azioni di educazione alla sicurezza ed al comportamento responsabile che la scuola, principale agenzia formativa, realizza. Alla premiazione hanno partecipato l'assessore provinciale alle Politiche scolastiche, Gennaro Ferrara; l'assessore provinciale alla Mobilita' e della Viabilita', Strade e Trasporti, Antonio Pentangelo; il vicepresidente Nazionale dell'Unasca, Antonio D'Atri; il direttore generale della Direzione territoriale centro sud del ministero delle infrastrutture e dei trasporti e presidente della Giuria, Giancarlo Storto. Il concorso ha voluto avvicinare i giovani al tema della sicurezza attraverso il loro impegno diretto e utilizzando il linguaggio e le forme espressive a loro piu' vicini; sono stati infatti selezionati e premiati cortometraggi, prodotti anche con mezzi di uso comune, che avessero come tema la strada e le sue insidie, ed in particolare le conseguenze di una condotta di guida in stati di coscienza alterati da stanchezza o assunzione di alcolici o stupefacenti. Vincitori del primo premio consistente in una borsa del valore di mille euro e sette corsi di scuola guida per il conseguimento della patente d'auto o motociclista gli alunni dell'Istituto professionale per i servizi commerciali e turistici "Vittorio Veneto di Napoli", con un corto contenente l' immagine simbolica dei conducenti bendati che alla giuria e' parsa particolarmente efficace; secondo e terzo premio sono stati assegnati all'Istituto d'arte Giorgio De Chirico di Torre Annunziata e all'Istituto Giovanni Falcone di Napoli. Complessivamente sono state assegnate tre borse-premio per i primi tre Istituti classificati e 60 corsi gratuiti di scuola guida per il conseguimento della patente automobilistica o motociclistica, destinati agli studenti di tutti gli Istituti che hanno partecipato al concorso, che potranno pertanto giungere alla patente di guida al termine di un complessivo percorso di educazione alla sicurezza ed al comportamento responsabile, realizzato in collaborazione con le scuole. Nel corso della cerimonia sono stati proiettati i migliori filmati realizzati; considerato che il concorso e' inserito in una campagna di sensibilizzazione, tutte le opere pervenute saranno poi rese fruibili, con una finalita' divulgativa e didattica, per l'utilizzo da parte delle scuole di ogni ordine e grado. Gli studenti che hanno partecipato al concorso, infine, potranno visitare gli studi della web Tv della Provincia e riproporre attraverso la rete l'esperienza vissuta nella produzione dei filmati, collaborando direttamente con i tecnici e gli operatori televisivi per la realizzazione di una trasmissione dedicata al concorso ed al tema della sicurezza stradale: una importante esperienza formativa ed un uso responsabile e positivo del web, che, anche da questo punto di vista, potra' rappresentare un segnale forte della presenza e dell'impegno delle Istituzioni e della societa' civile. "La distrazione e la sopravvalutazione delle proprie capacita' alla guida - ha affermato l'assessore Ferrara - sono le principali cause degli incidenti stradali che, nei paesi europei rappresentano la prima causa di mortalita' nei soggetti sotto i 40 anni e in Italia, provocano ogni anno oltre cinquemila morti e 300mila feriti. Dati che fanno emergere l'importanza di una educazione stradale che preceda il conseguimento della patente di guida e che si accompagni alle azioni di educazione alla sicurezza ed al comportamento responsabile che la scuola, principale agenzia formativa, realizza". Il vice presidente Ferrara ha anche annunciato che il concorso si ripetera' anche nei prossimi anni auspicando che la prossima edizione possa vedere la partecipare tutti gli istituti superiori della provincia di Napoli. "Il concorso - ha sottolineato l'assessore Pentangelo - ha voluto avvicinare i giovani al tema della sicurezza attraverso il loro impegno diretto e utilizzando il linguaggio e le forme espressive a loro piu' vicini; sono stati infatti selezionati e premiati cortometraggi, prodotti anche con mezzi di uso comune, che avessero come tema la strada e le sue insidie, ed in particolare le conseguenze di una condotta di guida in stati di coscienza alterati da stanchezza o assunzione di alcolici o stupefacenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©