Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Laboccetta e Bassolino presentano il libro "de Magistris, pubblico mistero" di Chiocci e Di Meo

Laboccetta: Analisi di un uomo pericoloso

Laboccetta e Bassolino presentano il libro 'de Magistris, pubblico mistero' di Chiocci e Di Meo
26/10/2013, 13:36

NAPOLI - Martedì 29 ottobre, alle 17,30, presso l'Hotel Mediterraneo di Napoli ( via Ponte di Tappia, 25) l'Associazione Polo Sud presenta il libro "de Magistris, pubblico mistero" di Gian Marco Chiocci e Simone Di Meo, edizioni Rubbettino.
L'incontro, al quale parteciperanno gli autori, sarà animato dal direttore del Corriere del Mezzogiorno, Marco Demarco, e dal capocronista del Mattino, Paolo Russo. Interverranno il presidente dell'Associazione Polo Sud, Amedeo Laboccetta, e l'ex governatore della Campania, Antonio Bassolino.
La presentazione del libro sarà l'occasione per un confronto a tutto campo su Napoli e sul governo de Magistris. " Un'esperienza amministrativa disastrosa - dice Laboccetta -: dopo essere stato il peggior magistrato d'Italia, de Magistris sta dimostrando sul campo di essere anche il peggior sindaco d'Italia".
"Il volume dei due autorevoli giornalisti - continua Laboccetta - è come una risonanza magnetica che mette in evidenza la spregiudicatezza di un personaggio socialmente e politicamente pericoloso. Sono convinto che tutti i napoletani dovrebbero leggere questo spaccato di verità per elaborare un giudizio meno emotivo e più ragionato su chi li governa".
"Dalla pantomima della pista ciclabile virtuale alla tragicommedia del Forum delle Culture, passando per il plateale 'Ciao Al' e per la bufala della quota di raccolta differenziata dei rifiuti da portare al 70 per cento in una manciata di mesi, Napoli è peggiorata dall'insediamento di questa giunta. Non c'e nulla che funzioni in questa città, se non l'ufficio propaganda di Palazzo San Giacomo. Ma l'uscita del libro di Chiocci e di Di Meo spero contribuirà a restituire alla giusta dimensione il ruolo e lo spessore di questo ''Masaniello alle vongole'".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©