Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

L'ACLI SCENDE IN CAMPO PER IL TURISMO AMBIENTALE


L'ACLI SCENDE IN CAMPO PER IL TURISMO AMBIENTALE
17/06/2008, 11:06

Promuovere tra i cittadini l’idea di uno sviluppo sostenibile è la principale mission di Acli Anni Verdi (www.acliambiente.it), l’associazione di promozione ambientale delle Acli. Un potentissimo strumento di promozione può essere il turismo, campo in cui è da decenni è impegnato il Centro Turistico Acli (www.ctaonline.it). Dalla collaborazione tra queste due organizzazioni e la cooperativa sociale Archeosannio, titolare del marchio di turismo scolastico “Città delle scuole” (www.cittadellescuole.it) è nata un’iniziativa volta a promuovere un’offerta nazionale di servizi per il turismo incentrata sulle potenzialità legate all’immenso patrimonio ambientale del nostro Paese.

L’iniziativa verrà promosso tramite il sito www.laboratoriambientali.it. Soci, operatori ed esperti di Acli Ambiente faranno da guide naturalistiche nelle aree protette e nei parchi naturali del nostro paese. L’offerta – prevalentemente rivolta al settore del turismo scolastico – verrà commercializzata dalle sedi del Centro Turistico Acli in tutta Italia e inserita in una apposita sezione del catalogo di Città delle scuole.
 
 “Il segmento del turismo ambientale è di enorme importanza per una associazione di promozione turistica come la nostra – ha dichiarato Pino Vitale, presidente nazionale del Centro Turistico Acli e presidente campano della Fitus - Federazione del turismo sociale. - Il turismo sociale non si caratterizza soltanto per tipologia di utenza ma è soprattutto un turismo attento alle comunità e all’ambiente. La collaborazione con Acli Anni Verdi è strategica nella attività di promozione turistica che quotidianamente svolgiamo”.
 
Secondo Gianluca Budano, presidente nazionale di Acli Anni Verdi, “ci troviamo di fronte ad un evento importante nel panorama dell’ambientalismo italiano. La forma organizzativa scelta apre orizzonti nuovi di collaborazione tra associazioni specifiche e imprese del sistema aclista. L’accordo che abbiamo chiuso coniuga la cultura del turismo sociale e quella dell’associazionismo di promozione ambientale che hanno la priorità di realizzare di incidere sulla cultura, e al contempo si dota di un braccio operativo - una impresa della rete aclista - perché il servizio venga svolto con continuità e professionalità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©