Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Minzolini:"Parere khomeinista e pretestuoso"

L'Agcom diffida il Tg1: squilibrato a favore del governo


L'Agcom diffida il Tg1: squilibrato a favore del governo
21/10/2010, 22:10

ROMA - La competente Commissione Servizi e prodotti dell'Agcom, dopo aver già in precedenza richiamato il Tg1, ha deciso di diffidare ufficialmente il telegiornale della prima rete Rai. Motivo? Eccessivamente squilibrato a favore di maggioranza e Governo.
Dopo le ripetute critiche piovute quasi giornalmente da Pd, Idv ed Fli ed i richiami del presidente Paolo Garimberti, la "creatura" di Augusto Minzolini provoca dunque la decisa reazione anche dell'autorità garante che, con le stesse motivazioni, bacchetta pure Tg4 e Studio Aperto. Il consigliere Rai Nino Rizzo Nervo, per l'occasione, invita Mauro Masi a smette  "di pensare ossessivamente a Michele Santoro"  per dedicarsi "con serenità ma con fermezza al modo in cui Minzolini fa informazione nel servizio pubblico radiotelevisivo".
E proprio Masi, durante l'ultima riunione della commissione di Vigilanza tenutasi lo scorso 21 settembre, aveva con fermezza assicurato che non esisteva alcun allarme pluralismo nella gestione del Tg1. Una posizione assolutamente non condivisa da Garimberti che, al contrario, aveva con altrettanta decisione invitato il telegiornale della rete ammiraglia ad un doveroso e rapido riequilibrio della linea editoriale.
Con il pronunciamento ufficiale dell'Agcom, però, il notiziario diretto da Minzolini dovrà quasi certamente rassegnarsi ad un riassetto minimo che preveda una minore faziosità e maggior spazio dedicato ad opposizione ed alleati "eversivi" come i finiani. Dal canto suo, il direttorissimo, ha commentato stizzito:"Non si si puo' essere cosi' khomeinisti nel dare queste valutazioni, altrimenti si e' pretestuosi".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©