Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L'Associazione Internazionale Regina Elena Onlus. Quadro commemorativo a Castellammare


L'Associazione Internazionale Regina Elena Onlus. Quadro commemorativo a Castellammare
02/03/2012, 11:03

Nell'ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario della proclamazione del Regno d'Italia, avvenuta il 17 marzo 1861, l'Associazione Internazionale Regina Elena Onlus ha conferito al Gruppo di Castellamare di Stabia dell’Associazione Nazionale Marinai d'Italia il quadro commemorativo creato per l'evento. Alla consegna del dono al Presidente Emerito della sezione, Gr. Uff. Francesco Palmieri, il 1 marzo 2012, il Presidente Nazionale della delegazione italiana, Gen. Ennio Reggiani, era rappresentato dal Cav. Uff. Rodolfo Armenio. La sezione, creata circa 40 anni fa, annovera circa 60 soci. Per meriti storici è stato consegnato nella stessa sede al M.llo Capo 1' classe Antonio Cimmino. Dopo la foto ufficiale con il Commissario Straordinario Ciro Palmieri e Pasquale Di Martino, cè stato il brindisi augurale.

L’Associazione Nazionale Marinai d'Italia, apolitica e senza fini di lucro, è la libera unione di coloro che sono appartenuti o appartengono senza distinzione di grado, alla Marina Militare e che, consapevoli dei propri doveri verso la Patria, intendono mantenersi uniti per meglio servirla in ogni tempo. IL Gruppo di Castellammare è intestato alla Medaglia d'oro al Valor Militare alla memoria Luigi Longobardi, elettricista imbarcato su sommergibile attaccato con bombe di profondità da tre navi e un aereo avversari per dodici ore consecutive, si prodigava instancabilmente nello espletare con bravura e decisione i compiti affidatigli. Determinatasi la necessità di emergere ed autoaffondare il sommergibile ormai inutilizzato dalle esplosioni delle bombe, dava prova di eccezionale coraggio e profondo senso del dovere, restando al proprio posto fino alle estreme possibilità onde contribuire alla salvezza dell'unità.
Lanciatosi in mare negli ultimi istanti restava investito dallo scoppio di bombe lanciate da aereo ed immolava la giovane vita per un estremo ideale di Patria che lo aveva trattenuto sulla sua nave oltre il dovere. Mediterraneo Orientale, 30 settembre 1940. L'A.N.M.I sempre in stretto coordinamento con lo Stato Maggiore della Marina, ed i suoi Gruppi concorrono alla attività dei Musei della Marina, favoriscono consulenze alle Agenzie che preparano gli esamiL’A.N.M.I. collabora anche con Sail Training Association Italia (S.T.A.I.), di cui sono Soci fondatori lo Yacht Club Italiano e la Marina Militare Italiana, che ha lo scopo di contribuire alla diffusione dell’amore per il mare e per la vela, consentendo tra l’altro ai giovani di età comresa tra 16 e 25 anni la partecipazione ad attività alturiere (crociere e regate, nazionali ed internazionali) su unità a vela idonee a navigazioni prolungate che potranno essere messe a disposizione della stessa S.T.A.I.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©