Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L’Austria e l’Italia un binomio perfetto


L’Austria e l’Italia un binomio perfetto
13/05/2013, 11:33

Per chi sceglie come destinazione l’Austria per le proprie vacanze c’è un servizio dedicato vicino alle esigenze della clientela italiana. Saranno Fabio e Ottavio i due interlocutori messi a disposizione da Austria Turismo, che conoscono non solo l’Austria ma anche le esigenze dei turisti di casa nostra e hanno una risposta alle vostre domande, fatto di suggerimenti sempre aggiornati su cosa fare e vedere, di re-

perire informazioni “di nicchia”, di conoscere gli orari dei mezzi pubblici o altro.

L’Austria è da visitare tutto l’anno ma soprattutto in primavera - estate. Vi aspetta la regione del Burgerland (www.burgenland.info/it), dove in una splendida cornice pittorica, passato e presente si fondono in un tutt'uno, tra castelli, fortezze, torri di avvistamento e una frizzante atmosfera culturale, senza dimenticare il sottosuolo del Burgenland ricco come è di acque termali, che danno vita a numerosi centri termali, hotel con spa e hotel collegati alle terme.  All’interno della regione sono presenti ben sei parchi naturali, tra cui il Parco Nazionale del lago di Neusiedl, dichiarato nel 2001 Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La Carinzia dal canto suo offre il piacere di camminare in assoluta libertà. In particolare nella scorsa estate è stato inaugurato il trekking Alpe-Adria-Trail, che si snoda dalle nevi eterne del Grossglockner, attraverso la Slovenia fino alla costa italiana del mare Adriatico, con un tracciato lungo 750 chilometripercorribili in 43 tappe. Le prime 21 tappe si snodano in Carinzia attraverso spettacolari ambienti alpini, toccando splendidi laghi e fiumi. Per consentire agli amanti della natura di vivere fino in fondo quest’avventura, il centro prenotazioni Alpe-Adria-Trail mette a disposizione un gran numero di servizi che trasformano l’escursionismo in un piacere libero e spensierato. Oltre a prenotare l’alloggio nella categoria desiderata, il centro si occupa anche del trasporto bagagli, mentre un bus escursionistico al mattino porta i camminatori al punto di partenza della tappa giornaliera e li riaccompagna la sera all’alloggio.  

 È senz’altro da raccogliere l’invito a visitare le tante realtà turistiche austriache che come stelle risplendono di luce propria. Non a caso lo slogan di Austria Turismo è “arrivare e rinascere” che mette in risalto l’unicità dell’Austria, dove scenografie naturalistiche di rara bellezza, una ricca e vivace offerta culturale e un’ospitalità sincera sono gli ingredienti per vacanze indimenticabili. E allora cominciamo dalla parola “Arrivare” che si basa prevalentemente sull’accoglienza cordiale, fatta di consigli concreti e piccoli gesti che fanno sentire a proprio agio l’ospite. E dall’ “arrivare” si passa non a caso alla parola, anche piena di significato, che è “rinascere”, che permette di aprirsi a nuove esperienze, di percepire emozioni che nascono dal contatto con la natura.  Per l’estate 2013 Austria Turismo presenta il nuovo magazine “Austria rivista” che con “Cogli l’estate” suggerisce idee e offerte per vacanze da passare dedicandosi allo spostamento in bici o a piedi, al relax, alla scoperta della cucina regionale e ad altri itinerari di cultura e architettura. In Austria i turisti italiani vengono sempre molto volentieri e lo scorso anno gli arrivi di questi ospiti sono stati 1.060.100 per un totale di 2.920.000 pernottamenti. Il mercato italiano in termini di pernottamenti occupava la quinta posizione dopo Germania, Austria, Olanda e Svizzera, anche con la lieve diminuzione rispetto al 2011  può ancora ricoprire queste posizioni. Per quanto riguarda la stagione invernale (da novembre a febbraio) risulta un aumento degli arrivi dell’1,5% per un totale di 11,3 milioni e dei pernottamenti del 2,3% per un totale di 45,7 milioni da tutti i paesi di provenienza. Dalle richieste degli italiani al Servizio Informazioni di Austria Turismo viene confermato l’appeal che l’Austria continua ad avere come destinazione per le vacanze estive, grazie alla vicinanza tra i due Stati e alla varietà dell’ offerta naturalistica e culturale. La natura in Austria è la protagonista indiscussa infatti il bosco copre ben il 48% della superficie nazionale, per un totale di 3,5 miliardi di alberi, mentre i Parchi Nazionali austriaci sono sei e si estendono su 3% del territorio nazionale, fra cui il Parco Nazionale degli Alti Tauri, il più grande parco nazionale delle Alpi. A questi si aggiungono prati, campi, pascoli, vigneti e altri spazi verdi che contribuiscono a fare dell’Austria la regione verde per antonomasia. Di grande importanza sia per la salute del paesaggio che per la qualità dei prodotti alimentari sono le malghe che in Tirolo sono ben 2.600. Molte iniziative a livello regionale e locale sottolineano il legame fra agricoltura, turismo e gastronomia, che hanno dato vita alle “regioni del gusto”  iniziativa promossa dal Ministero dell’Agricoltura che mette in risalto le tipicità dei prodotti locali. Le regioni del gusto sono attualmente 116 con 3.500 aziende partner. Per noi italiani il parlare tedesco ci ha spesso limitati nei viaggi in località dove si parla tale lingua. Ci viene incontro l’associazione “Austria per l’Italia”, che  dal 1986 riunisce albergatori austriaci che desiderano dare il meglio dell’ospitalità nel rispetto delle abitudini e dei gusti dei turisti italiani, proponendo  alberghi “dove l’ospitalità parla italiano”. Un catalogo ad hoc propone ogni anno vacanze per tutte le età sia in estate che in inverno all’insegna della cultura, dello sport e del benessere, che si basa anche sul rapporto qualità/prezzo. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©