Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

L'Austria per l'Italia festeggia i suoi venticinque anni


L'Austria per l'Italia festeggia i suoi venticinque anni
17/05/2011, 10:05

I dati statistici del 2010 confermano l’andamento positivo delle presenze turistiche italiane in Austria. Nel corso dell’anno gli ospiti di casa nostra sono aumentati dell’1,1% per un totale di 1.068.000 e anche i pernottamenti (3.021.000) hanno fatto segnare un incremento dello 0,2% rispetto al 2009. A dare una mano all’Ente Nazionale Austriaco per il Turismo per far sì che aumentino i turisti italiani, c’è l’associazione alberghiera austriaca “Austria per l’Italia Hotels”. L’Associazione è infatti patrocinata da Austria Turismo oltre ad essere affiliata a “I Professionisti delle Vacanze” e riunisce in tutta l'Austria oltre 100 hotel a 5, 4 e 3 stelle secondo il motto "dove l'ospitalità parla italiano".

Giovedì 19 sarà un grande giorno per l’Associazione, presieduta da Barbara Klauss dello Schlank Schlemmer Hotel, che festeggerà i suoi 25 anni di attività (per l’occasione verranno proposti soggiorni a prezzi di 25 anni fa) con una festa tipicamente austriaca patrocinata dall’Ambasciatore della Repubblica d’Austria in Italia, dr. Christian B. M. Berlakovits. L’appuntamento è a Sesto San Giovanni dove saranno servite specialità austriache quali speck, formaggio, strudel e naturalmente tanta birra, vino e grappe. A rallegrare gli ospiti ci saranno cinque giovani musicisti salisburghesi della banda “’S Hoachfeld Musei” di Puch. A seguire l’ensemble Rondo Vienna, un’orchestra di sole donne al violino, incanterà l’uditorio con musica classica, pop e brani di famosi musical. Nell’occasione sarà presentata dall’ufficio del Turismo del Tirolo, in collaborazione con la ditta Movelo, la e-bike per pedalare senza fatica e per dimostrare quanta attenzione la nazione presta alla tutela dell’ambiente. Sarà questa una super occasione per sperimentare da vicino la pedalata moderna sulla bicicletta elettrica. E poi novità nella novità la presenza tra gli ospiti di Franz Klammer, lo sciatore austriaco di fama internazionale, vincitore di diverse Coppe del Mondo e della Medaglia d’Oro alle Olimpiadi nel 1976. In occasione dei festeggiamenti la responsabile del marketing, Regina Mekis, ha posto l’accento sulla nuova veste del sito (www.vacanzeinaustria.com) che sta già riscontrando grande successo. «In particolare il sito - ha detto la Mekis - mette in risalto la presenza dettagliata di ogni hotel associato e delle corrispettive tematiche: dalle vacanze attive in famiglia all’arte e alla cultura, dalla tradizione all’enogastronomia al wellness e alle terme. Si tende a facilitare la ricerca per una migliore sistemazione negli alberghi associati oltre a poter visionare offerte e prezzi speciali per ogni periodo. Il sistema di prenotazioni online dispone in più di un calcolatore di prezzo integrato che indica l’importo esatto per la sistemazione e i servizi richiesti. Oltre alle offerte per la Settimana Verde, arte e cultura, happy family e tanti altri pacchetti». Per comunicazioni telefoniche è sempre attivo il numero verde 800977492 che dà la possibilità di richiedere l'invio gratuito del catalogo o di iscriversi alla newsletter mensile dove si potranno trovare le presentazioni dettagliate degli hotel con immagini, proposte di itinerari in città e in montagna, nonché una sezione dedicata alle news e alle offerte speciali del momento. Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le tasche.

«In particolare con il 2011 - continua la responsabile del marketing - gli alberghi soci della Carinzia si sono raddoppiati e vanno dalle 3 alle 4 stelle superior, ciascuno diverso nello stile e nell'atmosfera, ma con la particolare attenzione che tutti gli alberghi membri dell'associazione dedicano all'ospite italiano». Si va dalla struttura al 100% biologica, pensata per gli amanti della natura che sono alla ricerca del benessere, ad hotel moderni situati nei centri cittadini. L'associazione ha tra gli alberghi-soci un ventaglio di scelte che copre tutta l'offerta turistica dell'Austria, dalle cittadine ricche di cultura alla montagna. A cura di Vera de Luca.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©