Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Lawrence Ferlinghetti al MANN


Lawrence Ferlinghetti al MANN
15/05/2013, 11:19

Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici

 

 

di Napoli e Pompei

 

 

Lawrence Ferlinghetti al MANN

 

Museo Archeologico Nazionale Napoli

 

Lunedì 20 maggio 2013 ore 17

Inaugurazione e presentazione alla stampa e agli addetti ai lavori

 

Con il Soprintendente Archeologo di Napoli e Pompei Teresa Elena Cinquantaquattro, le curatrici della mostra Giada Diano ed Elisa Polimeni, interverranno James Rodriguez, Console dell’Ufficio Stampa e Cultura del Consolato Generale degli U.S.A. a Napoli, Marina Giaveri e Alberto Postigliola per il Pen Club italiano, Francesco Cappelli presidente dell’American Studies Center, Ferdinando Tricarico per l’Associazione Neapolesia.

In video collegamento da San Francisco, il saluto di Ferlinghetti agli intervenuti darà il via alla mostra.

 

Al Museo Archeologico Nazionale di Napoli “Lawrence Ferlinghetti al MANN”, dal 21 maggio al 17 giugno 2013.

La manifestazione è organizzata dal Servizio Educativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, dal Pen Club Italia Onlus, dall’Associazione Neapolesia e dall’Associazione Angoli Corsari, ed è realizzata con il patrocinio morale del Consolato Generale degli U.S.A. a Napoli, dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e con il contributo di American Studies Center, Iuppiter Group, Consorzio Medianetwork Videometrò, Rotary Club Napoli Ovest, Attico Partenopeo, Camera e cucina.

Il progetto, coordinato da Marco De Gemmis, responsabile del Servizio Educativo, e da Enza Silvestrini, responsabile regionale per la Campania del Pen Club, comprende la mostra “Sulla rotta di Ulisse”, che sarà inaugurata lunedì 20 maggio alle ore 17, e il pomeriggio letterario “Lawrence Ferlinghetti e la beat generation. Poesia e musica al MANN”, che avrà luogo giovedì 23 maggio sempre alle ore 17.

La mostra, di 20 opere, curata da Giada Diano, biografa ufficiale di Ferlinghetti, e da Elisa Polimeni, storica dell’arte, comprende sia disegni a inchiostro realizzati da Ferlinghetti nel 2010 durante un suo soggiorno nel sud Italia, aventi per tema il viaggio di Ulisse in chiave ironica e dissacrante, con i versi di Omero che fanno loro da sfondo, sia opere in acrilico, realizzate successivamente a San Francisco, in cui le dimensioni colore e materia concretizzano l’idea dell’artista.

Il pomeriggio di giovedì 23 maggio prevede l’approfondimento letterario su Ferlinghetti e la beat generation affidato a Gordon Poole, già docente di Letteratura nord-americana presso l’Università “L’Orientale” di Napoli, scrittore e membro attivo di organizzazioni pacifiste, le letture dell’attore Egidio Carbone e gli interventi musicali del sassofonista Ryan Dooley.

 

L’ingresso al Museo per l’inaugurazione e il pomeriggio letterario è gratuito fino ad esaurimento posti.

Orari di apertura Mostra mercoledì/lunedì 9.00/19.30

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©