Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Il reportage esclusivo de “Le Iene show”

Le Iene: Giulio Golia “tunisino” preso a fucilate a Manduria


Le Iene: Giulio Golia “tunisino” preso a fucilate a Manduria
05/04/2011, 16:04

È possibile essere presi a fucilate per un bicchiere di acqua? Se sei tunisino, a quanto pare, si. O almeno questo è quanto accaduto alla Iena Giulio Golia a Manduria, dove si è recato per la realizzazione di un reportage esclusivo, che dovrebbe essere trasmesso nella prossima puntata del programma televisivo “Le Iene show”. Secondo quanto è stato riportato da una nota di Mediaset, Giulio Golia, per capire cosa significa essere un immigrato in fuga, ha deciso di spacciarsi per un tunisino, camuffandosi da profugo, e seguire il percorso verso nord che quasi tutti, a piedi, decidono di intraprendere dal campo di Manduria. “Un viaggio lunghissimo - è specificato nella nota - senza cibo e acqua, se non fosse per la gentilezza di molti italiani che, chi con un panino, chi con una bottiglia d’acqua e qualcuno con dei soldi, aiutano, per quanto possono, gli immigrati. Una solidarietà diffusa che la Iena, a suo rischio e pericolo, ha però visto non essere di tutti”. Infatti, stando alla breve ricostruzione del reportage, resa pubblica in anteprima, Giulio Golia, nelle vesti di tunisino profugo, avvicinatosi ad un’abitazione come tante per chiedere un bicchiere d’acqua, dopo alcuni istanti d’attesa, è stato preso a fucilate dal proprietario, riuscendo, mentre l’uomo era intento a caricare l’arma, a scappare prima di essere colpito.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©