Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

“Le Notti al Castello”, Meluzzi ospite d’onore della III edizione


“Le Notti al Castello”, Meluzzi ospite d’onore della III edizione
19/07/2012, 09:33

 

Sabato 21 e domenica 22 luglio, presso il Castello di Sant’Adjutore a Cava de’ Tirreni (Sa), andrà in scena la III edizione de “Le Notti al Castello”, evento storico-artistico, culturale e gastronomico ideato ed organizzato da Geltrude Barba. Lo psichiatra Alessandro Meluzzi ospite d’onore della manifestazione, che avrà come tema “Roma d.C. – La Gens Mitilia”. Varie postazioni teatrali e culinarie, la moneta celebrativa, uno stand ceramico e l’illustrazione dei lavori di recupero del Castello nel programma dell’iniziativa. Servizio navetta in entrambe le serate

Arte e gusto, “conditi” da storia, cultura e letteratura. A Cava de’ Tirreni (Sa) ritorna sabato 21 e domenica 22 luglio, a partire dalle ore 20.30, l’appuntamento con “Le Notti al Castello”, evento storico-artistico, culturale e gastronomico ideato e diretto da Geltrude Barba, vulcanica figlia del “padre” del folklore cavese, Luca Barba.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina, mercoledì 18 luglio, al Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti: Carmine Salsano, Assessore all’Ambiente, Ciclo dei rifiuti e Governo del Territorio; Teresa Virtuoso, Collaboratrice esterna della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta; Enrico De Nicola, Direttore dei lavori di restauro del Castello di Sant’Adjutore; Francesco Loffredo, Tesoriere dell’Ente Montecastello; Geltrude Barba, Regista ed organizzatrice de “Le Notti al Castello”.

«Evocare per non dimenticare: è questo – afferma Geltrude Barba – il “concept” del nostro evento, praticamente unico sul territorio, che offre anche l’occasione quasi “unica” ai cavesi, e non solo, di varcare le porte del Castello ed ammirare la splendida fortezza. Ogni anno evochiamo temi diversi, che mettiamo in scena grazie ad un lavoro e ad una ricerca storica di oltre 6 mesi».

La III edizione della manifestazione che tanto successo ha riscosso nei primi due anni si svolgerà come di consueto nell’incantevole scenario del Castello di Sant’Adjutore, monumento “simbolo” per i cavesi, i cui lavori di restauro e recupero saranno illustrati ai visitatori dall’architetto Enrico De Nicola.

Importanti conferme e prestigiose novità nel cartellone della kermesse, che farà vivere un suggestivo viaggio alla riscoperta dell’arte e del gusto attraverso le nostre antiche tradizioni. “Roma d.C. – La Gens Mitilia” il tema di quest’edizione 2012, che riproporrà la collaudata formula del connubio tra “La Via dell’Arte”, caratterizzata da varie postazioni teatrali, e “La Via del Palato”, contraddistinta da pietanze tipiche metelliane.

I visitatori saranno piacevolmente “accolti” da giovani ancelle e da un Console romano, che immediatamente catapulteranno gli “ospiti” nell’atmosfera della “Città Eterna”. Il percorso artistico-teatrale entrerà nel vivo con le performance di varietà messe in scena dalla compagnia “Canova” e con la rappresentazione “Gli Dei del Monte Olimpo (così non li avete mai visti)” proposta dalla compagnia “’E Viente ’e Terra”, divertente ed originale scorcio sulla dorata vita degli Dei romani.

Sarà poi la volta di Alfonso Capuano, protagonista di un monologo tratto dalla parabasi della commedia “Le nuvole” di Aristofane, e di Maria Cristina Orrico, con il suo monologo “L’addio di Cleopatra”.

Gran finale sul Belvedere del Castello affidato alla compagnia di teatro, musica e danza de “Le Notti al Castello”, guidata da Geltrude Barba, che rappresenterà l’“otium” della Roma dei tempi della tragica eruzione del Vesuvio (79 d.C.), con in evidenza scene di vita quotidiana nelle ville gentilizie pompeiane.

Un’intrigante full immersion artistica, che non mancherà di suscitare l’attenzione e la curiosità dei numerosi visitatori previsti, i quali avranno altresì l’opportunità di ammirare lungo il percorso uno stand con pregevoli lavori ceramici.

Non meno stuzzicante si preannuncia “La Via del Palato”, che trasporterà i convenuti alla riscoperta del gusto attraverso ricette antiche e pietanze tipiche della tradizione metelliana. Nel menù la pastiera di maccheroni, il panino con la milza, salsicce ed arrosticini alla brace, il caciocavallo “impiccato” con pancetta e funghi porcini, vino e liquori. Per i più piccoli patatine e wurstel. Ed ancora, i “Medaglioni alla Metello” preparati dal maitre Luciano Apicella. Tutte specialità che sarà possibile degustare sul Castello grazie alla collaborazione di “Tutti i Sapori” (Pranzi d’asporto - Laboratorio di gastronomia). A coloro che “consumeranno” almeno una pietanza del menù sarà donata la moneta celebrativa dell’evento, che sarà coniata in loco e dal vivo nel corso delle due serate.

A conferire ulteriore fascino e prestigio alla III edizione de “Le Notti al Castello” sarà la presenza di un ospite d’onore: lo psichiatra e psicologo Alessandro Meluzzi, noto anche e soprattutto per le sue frequenti “apparizioni” televisive sulle reti Rai e Mediaset, che domenica 22 luglio presenterà sul Castello di Sant’Adjutore i suoi ultimi due lavori editoriali, “Follie. Storie di delitti e castighi” e “La notte oscura. Mistica e psicologia”. Un intervento, quello di Meluzzi, che impreziosisce l’iniziativa, confermandone lo spessore raggiunto in appena tre anni.

Dall’arte alla gastronomia, con piacevoli intermezzi storici e culturali: ampiamente variegata, dunque, la proposta di quest’edizione 2012, che i visitatori potranno “gustare” appieno versando il modesto contributo di 1 euro, destinato a coprire le spese tecnico-organizzative.

Per tutti coloro che, in concomitanza con l’evento, intendano trascorrere il prossimo week-end nella città metelliana, anche quest’anno sono previsti appositi pacchetti turistici (ulteriori info sul sito web www.lenottialcastello.it nella sezione “pacchetti turistici”). Inoltre, a disposizione dei visitatori ci sarà in entrambe le serate un servizio navetta, con partenza sia da Piazzale Europa (Trincerone) che dal campo sportivo della frazione San Pietro (parcheggio gratuito), sito in via San Giovanni Bosco.

La kermesse, promossa in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Cava de’ Tirreni, rientra nell’ambito della 356ª edizione dei “Festeggiamenti in onore del SS. Sacramento”, organizzati dall’Ente Montecastello. L’evento gode del patrocinio della Provincia di Salerno, della Città di Cava de’ Tirreni, dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno, dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Cava de’ Tirreni e del Centro Commerciale Naturale di Cava de’ Tirreni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©