Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

I familiari: "La voce non è la sua"

Le polemiche sul Cd postumo di Michael Jackson


Le polemiche sul Cd postumo di Michael Jackson
08/11/2010, 13:11

E' stato lanciato il Cd postumo con le canzoni che, secondo la Sony, Michael Jackson avrebbe registrato quando era in vita, ma che non ha mai pubblicato. Il primo estratto è "Breaking News", che è già stato pubblicato in anteprima su Internet in questi giorni. E subito sono nate le polemiche: secondo alcuni familiari, compresa la madre Katrine, chi canta non è Michael. La voce si discosta troppo da quella del cantante, considerando che è stato registrato nel 2007, quindi in un periodo non lontanissimo dalla morte.
E in effetti l'obiezione non è campata in aria. Ascoltando la canzone, si sente una voce che potrebbe anche essere quella di Jacko, ma quella della metà degli anni '80. E neanche. E' una voce dura, profonda, troppo per il Michael Jackson delle ultime apparizioni, con quella voce flebile, stentata, acuta come quella di una donna. Certo, magari è merito degli effetti ottenuti in sala d'incisione o in post produzione. Ma in effetti qualche dubbio rimane. E visti i successi di cassetta ottenuti con canzoni e filmati dopo la morte del cantante, c'è più di una persona che sarebbe interessato a fabbricare un falso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©