Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Legacoop Campania, Wanda Spoto eletta vice presidente nazionale


Legacoop Campania, Wanda Spoto eletta vice presidente nazionale
19/05/2011, 10:05

Nuovo traguardo per Vanda Spoto, Presidente della Legacoop Campania, che nella prima riunione della Direzione Nazionale svoltasi oggi a Roma, dopo il 38° Congresso, è stata eletta Vice Presidente della Legacoop Nazionale, la prima donna nella storia dell’Associazione (quest’anno si festeggiano i 125 anni).

“Una scelta – dichiara Giuliano Poletti, Presidente Legacoop Nazionale - che sottolinea il lavoro svolto negli ultimi anni dalla Legacoop Campania e da Vanda Spoto, che non a caso è stata confermata per il secondo mandato, in una situazione complessa, mi preme sottolinearlo, che ha dato valore alle problematiche sociali dello sviluppo della cooperazione”. “Questo – aggiunge Poletti – si collega anche al fatto di una volontà, conseguente in Legacoop, di dare spazio negli organismi dirigenti alle diverse sue componenti”.

“Un motivo di soddisfazione ulteriore – commenta la Spoto – sia perché donna, sia perché donna del Sud. Considero questa elezione, infatti, un riconoscimento a tutta la cooperazione del Mezzogiorno, all’impegno di un lavoro collegiale, svolto in un territorio difficile in cui stiamo lavorando per consolidarci e crescere”.

L’organismo di vertice di Legacoop, composto da 18 membri, tra cui il Presidente, Giuliano Poletti, il Vice Presidente Vicario, Giorgio Bertinelli, è stato ampliato rispetto alla composizione precedente, sulla scorta della proposta, contenuta nel documento di indirizzo approvato dal Congresso del 6-8 aprile scorsi, di accrescerne in misura moderata la composizione per assicurare una maggiore partecipazione delle Associazioni di settore, un ampliamento delle presenze regionali riferibili alle macro-aree nazionali e l’ingresso della Presidente della Commissione Pari Opportunità. Oltre a Vanda Spoto, è stato eletto Vice Presidente anche Luca Bernareggi, Presidente della Legacoop Lombardia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©