Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

LESLIE HOWARD CHIUDE LA XXXVI EDIZIONE DEGLI INCONTRI MUSICALI SORRENTINI


LESLIE HOWARD CHIUDE LA XXXVI EDIZIONE DEGLI INCONTRI MUSICALI SORRENTINI
24/09/2008, 10:09

Gran finale per la XXXVI edizione degli Incontri Musicali Sorrentini. Domani, giovedì 25 settembre, a salire sul palco del trecentesco chiostro di San Francesco sarà una leggenda vivente del pianoforte: Leslie Howard.Il musicista, uno dei massimi interpreti di Liszt, offrirà al pubblico un monumentale programma interamente dedicato al compositore ungherese.Organizzata dalla Federalberghi Penisola Sorrentina, presieduta da Costanzo Iaccarino, in collaborazione con l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Sorrento e Sant’Agnello, la manifestazione - diretta da Antonio Maione - si svolge sotto il patrocinio dell’assessorato al Turismo della Regione Campania, dell’Ept di Napoli e dei comuni di Sorrento e di Sant’Agnello e con il contributo della Fondazione Sorrento e di numerosi sponsor.

 
 
Dove: Chiostro di San Francesco, via San Francesco, Sorrento (NA)
Quando: 25 settembre, ore 21
Biglietto: € 10,00 (giovani fino a 26 anni, € 7,00)
Info: tel. 0818074033 - 0818773333
  
 
Biografia Leslie Howard
 
Pianista di fama internazionale, Leslie Howard si è esibito in recital e con orchestra in tutto il mondo. Il suo repertorio abbraccia tutta la letteratura pianistica, dal ‘600 alla musica dei giorni nostri. Come solista e in varie formazioni cameristiche, Leslie Howard è una figura familiare in numerosi Festival internazionali. Con un repertorio che comprende più di 80 concerti per pianoforte e orchestra, ha suonato con molte delle più grandi orchestre del mondo, lavorando con celebri direttori. I programmi da recital che Leslie Howard propone sono sempre notati sia per la loro capacità di comunicare la sua personale gioia nella scoperta musicale che per il suo modo di suonare, combinazione di dominio intellettuale e spontaneità pianistica. Le incisioni di Leslie Howard includono musiche di Franck, Grainger, Grieg, Granados, Rachmaninoff, Rubinstein, Sibelius, Stravinsky, Tchaikovsky e, più importante fra tutte, Liszt. Per quattordici anni è stato impegnato dal più grande progetto discografico che un solo pianista abbia mai intrapreso: l’ incisione dell’ intera opera pianistica di Franz Liszt – un progetto che è stato ultimato con un totale di 94 Compact Disc con etichetta Hyperion. La pubblicazione della serie è stata completata nell’ autunno del 1999. All’ importanza del Progetto Liszt non sarà mai data abbastanza enfasi: essa racchiude prime registrazioni mondiali, includendo molta musica preparata da Howard partendo da manoscritti di Liszt ancora mai pubblicati e da lavori mai più eseguiti dai tempi in cui Liszt era vivo. Leslie Howard è stato insignito del Grand Prix du Disque in cinque occasioni, e un ulteriore Special Grand Prix du Disque gli è stato assegnato per il completamento della serie di Liszt. E’ attualmente il Presidente della British Liszt Society e ha avuto numerosi riconoscimenti internazionali per la sua dedizione alla musica di Liszt. Nel 2000 è stato onorato dall’ Ungheria del riconoscimento della Pro Cultura Hungarica. Recenti realizzazioni dell’ Hyperion includono le Sonate di Tchaikovsky; un doppio CD di musiche di Anton Rubinstein; Ungarischer Romanzero – un CD interamente dedicato a musiche inedite di Liszt; due doppi CDs contenenti tutti i 17 lavori per pianoforte e orchestra di Liszt, con la Budapest Symphony Orchestra e Karl Anton Rickenbacher e un doppio CD, The Essential Liszt, con il meglio della serie. Il lavoro di Leslie Howard come compositore comprende Opera, musica orchestrale, musica da camera, musica sacra e leader e la sua facilità nel completare lavori incompiuti gli è valsa numerosi incarichi per la realizzazione di diverse o nuove versioni, fra le quali quelle dell’ Offerta Musicale di Bach e di completamenti di opere di compositori come Mozart, Liszt e Tchaikovsky. E’ anche critico musicale per giornali, radio e televisione. Leslie Howard è nato ed ha iniziato i suoi studi musicali in Australia, proseguendoli poi in Italia e in Inghilterra dove ha vissuto per molti anni. Tiene regolarmente master-class in occasione dei suoi concerti in giro per il mondo. E’ membro del London Beethoven Trio con la violinista Catherine Manson e il violoncellista Thomas Carroll. Nel 1999 in occasione del Queen’ s Birthday Honour Lesile Howard è stato nominato membro dell’ Ordine dell’ Australia [AM]”Per aver servito e servire le Arti in qualità di musicologo, compositore, pianista e mentore di giovani musicisti”.
 
 
Storia degli Incontri Musicali Sorrentini
 
Gli Incontri musicali sorrentini nacquero nel 1972, quando Fausto Zadra, eminente pianista, ne tenne a battesimo la prima edizione. Forse nessuno, allora, avrebbe immaginato che nel corso della loro lunga storia gli Incontri avrebbero ospitato tante celebrità internazionali e visto l’esordio di tanti giovani talenti, tutti invitati
ad esibirsi nell’incantevole scenario del Chiostro di San Francesco.
Nel 1984 la manifestazione divenne Estate musicale sorrentina e sotto la capace guida di Maurizio Pietrantonio, che ne fu Direttore Artistico per vent’anni, è giunta ad essere uno degli eventi concertistici più importanti della Campania.
L’anno scorso la rassegna è tornata al nome originario e ha spostato l’inaugurazione a Settembre. Gli Incontri musicali sorrentini Edizione 2008, diretti da Antonio Maione, festeggiano la loro 36° edizione con una novità: due concerti, il 15 ed il 18 Settembre, si terranno in due suggestivi spazi del Rione Angri, l’antico centro storico di Sant’Agnello, con l’intento di valorizzare un angolo forse poco conosciuto della Penisola.
Quest’anno all’Azienda di Soggiorno e Turismo Sorrento - Sant’Agnello, che da sempre ne cura l’organizzazione, si affianca con il suo prezioso contributo la Federalberghi Penisola Sorrentina, presieduta da Costanzo Iaccarino.
Tutti hanno lavorato con il consueto entusiasmo alla realizzazione di un programma ricco e interessante, che comprende proposte originali e concerti più “tradizionali”. Noi tutti speriamo che incontri il favore del pubblico, cui auguriamo buon ascolto e buon
divertimento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©