Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Linea35 Festival giunge al Teatro SalaUno di Porta San Giovanni


Linea35 Festival giunge al Teatro SalaUno di Porta San Giovanni
23/12/2011, 12:12

La prima edizione di Linea35 Festival si è svolta nel luglio 2011 presso il comprensorio del Santa Maria della Pietà.  Il tema era quello del disagio, un disagio soprattutto psichico e mentale, vissuto nel rapporto tra arte e follia, capace di coinvolgere pubblico, artisti e organizzatori. La squadra nata da questa prima esperienza ha avvertito l’esigenza di portare avanti questo progetto, sviluppandolo in nuovi ambiti e nuovi spazi.

Linea35 Festival giunge al Teatro SalaUno di Porta San Giovanni ed amplia lo stesso tema del disagio che si fa fisico, relazionale, sociale, economico. E che diviene anche la messa in discussione dei margini dove esso viene solitamente relegato, ribadendo la necessità vitale di un confronto, di una elaborazione collettiva .
Linea35_Passaggi Visionari si terrà dal 27 al 30 dicembre con un’anteprima il 23 dicembre.
Il Teatro SalaUno diverrà un luogo dove il processo creativo possa continuare a prendere forma, un luogo di studio, di elaborazione, scandito da appuntamenti ricorrenti, fornendo sia a giovani compagnie emergenti che ad artisti affermati un cantiere aperto dove approfondire, ricercare, confrontarsi e proporsi in una progettualità continua. Un intento che accoglie l’intenzione creativa messa in luce dalla nuova realtà del Valle occupato e che Linea35 condivide.
Saranno quattro serate, dal 27 al 30 dicembre, dense di appuntamenti, spettacoli, concerti, interventi e performance. Per un Natale da passare, a dispetto della crisi, in una ricchezza umana; un presidio collettivo nel cuore della città per continuare a creare e riflettere su una questione che pur appartenendo alla più intima e personale sfera dell’individuo, è in grado di contaminare l’intera vita sociale.
In una grande serata di apertura il 23 dicembre si racconteranno le tappe future e i nuovi progetti, alcuni già in cantiere altri ancora da definirsi, ai quali queste due prime edizioni di Linea35 Festival hanno aperto la strada.
Ogni sera il pubblico sarà accolto e accompagnato attraverso un viaggio mentale, un susseguirsi di passaggi visionari, fatti di video art, di racconti, di work in progress, di improvvisazioni teatrali, di suggestioni poetiche e sonore. Il tutto su un palcoscenico che pur mantenendo la sua unità sostanziale si farà territorio ideale di molteplici percorsi emotivi.
Moltissimi i protagonisti di questo festival delle arti che acquisisce una nuova identità in ogni sua tappa, accogliendo in sé la creatività di artisti che avvertono l’urgenza di condividere questo momento di incontro e di scambio, di farsi portatori di una testimonianza in un dialogo aperto e rivolto a tutta la città.




LINEA 35_PASSAGGI VISIONARI
Il Programma
Venerdì 23 Dicembre
Dalle ore 19 intervento dell’artista Guendalina Salini. Proiezione dei video:
- “ The man who isn’t there, there is nothing but the man”, video dur.7’, 2007
- “ A fish out the water”, video dur.4’20’’, 2005.

Ore 20 - The white room, performance di e con Caterina Gramaglia

Ore 20:30 Presentazione di Linea 35_ passaggi visionari con ospiti e interventi

Ore 21:30 Esercizi di rianimazione, di e con Andrea Cosentino, in collaborazione con Francesco Picciotti

Ore 22:15 The white room, performances di e con Caterina Gramaglia

Ore 22:30 MUGHEN vs Gaben in concerto



Martedì 27 Dicembre
Dalle ore 19 intervento dell’artista Guendalina Salini. Proiezione dei video:
- “ The man who isn’t there, there is nothing but the man”, video dur.7’, 2007
- “ A fish out the water”, video dur.4’20’’, 2005.

Ore 19:30 Impromptu Theatre presenta Variazioni Belliche (Lamentazione) di Alessia D’Errigo (voce, corpo, poesia), Orodè Deoro (pittura), Silvia Pegah Scaglione (musica), Antonio Bilo Canella (luci)
Ore 20:15 Uno spazio illuminato, di Francisco Espejo e Davood Kheradmand, con Astrid Meloni, Matteo Febo, Dario E. Tacconelli, scenografia Francesco Ghisu, realizzazione scena Blondie, aiuto regia Giorgia Filanti, regia Davood Kheradmand
Ore 21:00 Compagnia Musella/Mazzarelli presenta Figli di un brutto dio, di e con Paolo Mazzarelli e Lino Musella

Mercoledì 28 Dicembre
Dalle ore 19 intervento dell’artista Guendalina Salini. Proiezione dei video:
- “ The man who isn’t there, there is nothing but the man”, video dur.7’, 2007
- “ A fish out the water”, video dur.4’20’’, 2005.
Ore 19:30 Teatro Forsennato presenta Gli ebrei sono matti con Dario Aggioli, Angelo Tantillo, ideazione e regia Dario Aggioli

Ore 20:15 La vita davanti, studio ispirato a Romain Gary, di e con Tony Allotta

Ore 21:00 PICU. Io sono l'eroe, un progetto di Francesco Spaziani, Michele Bevilacqua, Arcangelo Iannace con Arcangelo Iannace

Ore 22:15 GIOVANNI TRUPPI in concerto


Giovedì 29 Dicembre
Dalle ore 19 intervento dell’artista Guendalina Salini. Proiezione dei video:
- “ The man who isn’t there, there is nothing but the man”, video dur.7’, 2007
- “ A fish out the water”, video dur.4’20’’, 2005.

Ore 19:30 Sulle spalle degli altri di e con Eva Milella, regia di Luca Angeletti
Ore 20:15 NUOVE OFFICINE Laboratorio Babs presenta Take two. L’inevitabile conseguenza a cui Vale(2) ci sottopone di Marianna Di Mauro con Raffaella Cavallaro, suoni Piero Antolini, video Matteo Seduta, scene Roberto Sonica, ideazione e regia Marianna Di Mauro
Ore 21:00 Non sono stata finita, ispirato ad una storia vera di follia di e con Clara Galante
Ore 22:00 SANDRO’ JOYEUX live in Sala Uno

Venerdi 30 Dicembre
Dalle ore 19 intervento dell’artista Guendalina Salini. Proiezione dei video:
- “ The man who isn’t there, there is nothing but the man”, video dur.7’, 2007
- “ A fish out the water”, video dur.4’20’’, 2005.

Ore 19:30 La voce, omaggio a Jean Cocteau progetto di e con Simona Senzacqua, suono dal vivo di Antonia Gozzi
Ore 20:15 Le ali del mattino, performance intorno ad una scala di e con Valerio Malorni
Ore 21:00 Lafabbrica presenta Quando saremo grandi! da un'idea di Fabiana Iacozzilli e Linda Dalisi con Simone Barraco, Matteo Latino, Ramona Nardò regia Fabiana Iacozzilli

A seguire DJ set Forni “The Cowboy”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©