Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ne viene chiesta l'eliminazione

"Lo spot denigra il pomodoro". Protesta del Consorzio San Marzano


'Lo spot denigra il pomodoro'. Protesta del Consorzio San Marzano
14/03/2013, 10:42

E' uno spot che tutti abbiamo visto, quello della pasta De Cecco. Si vede un uomo che in cucina vuole preparare la pasta al pomodoro. Prima cerca l'aglio, poi si accontenta della cipolla; poi il pomodoro (e appunto cita il San Marzano), poi il basilico (che però è secco e inutilizzabile). E alla fine conclude che quello che serve per fare un buon piatto di pasta è la pasta. 
Una conclusione che non è piaciuta al Consorzio di tutela del pomodoro San Marzano che, attraverso il suo presidente Pasquale D'Acunzi, ha protestato. Ha affermato che lo spot "è lesivo dell’immagine del pomodoro San Marzano, provocando grave nocumento economico per gli operatori agricoli ed industriali impegnati nel ciclo di coltivazione e trasformazione". E ha aggiunto: "Questa rappresentazione pubblicitaria trasmette all’ascoltatore il messaggio che per esaltare la pasta basta anche solo denigrare altri prodotti che non interessa, come invece sarebbe auspicabile anche nell’interesse della pasta stessa, affermare che questo prodotto, insieme ad altri di eccellente qualità, può garantire uno stile alimentare unico al mondo senza alternative o adeguamenti similari di generica qualità. Per queste ragioni, oltre a richiedere al pastificio De Cecco di rettificare lo spot, il Consorzio fa richiesta di compensare il danno causato nelle forme che l'azienda riterrà più efficaci concordandole con il Consorzio. Lo stesso nelle more valuterà ogni azione di tutela nelle sedi opportune".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©