Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Lopa: "Il vino è la migliore sintesi dei nostri territori"


Lopa: 'Il vino è la migliore sintesi dei nostri territori'
20/10/2012, 09:30

Volevo essere con i viticoltori e inaugurare la vendemmia per dire che ci siamo, che seguiamo il settore con grande attenzione, che siamo consapevoli che a fare grande il vino campano e della provincia di Napoli in particolare, sono le tante piccole e medie imprese che negli ultimi vent'anni hanno portato questo settore a livelli di qualità e di sicurezza inimmaginabili. Oggi qui sulle vigne Partenopee, ma ci sentiamo legati ai viticoltori di tutta la Campania. Il vino è la migliore sintesi dei nostri territori, è il prodotto tipico per eccellenza, che ha fatto grande l'immagine del Made in Italy nel mondo. Auguro un buon lavoro a tutti. Le previsioni annunciano un settore in crescita sulla qualità, nonostante la contrazione dei consumi, economica e delle produzioni, sapremo essere sempre di più sui mercati internazionali. Così il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, già Delegato del Presidente della Provincia di Napoli per il settore Agricolo\\Agroalimentare, Rosario Lopa, in una lettera inviata a tutti i produttori artenopei,inaugurando la stagione della vendemmia in provincia di Napoli. Nel nostro vino c'è la genuinità, la sicurezza dei controlli e soprattutto, all'origine, ci sono pratiche di coltivazione della vite e di produzione che partono dalla tutela e dalla salute dei cittadini, dove ci sono la storia, le tradizioni, le infinite varietà di sapori che sul nostro territorio mutano con i microclimi, le coltivazioni, le tipologie Il vino è dimensione produttiva e dimensione economica, ma è soprattutto dimensione identitaria. Difendere la tipicità di un territorio significa dire ai cittadini che il nostro sistema agricolo è strategico, che la nostra etica sui mercati è il contrasto alla globalizzazione e all'omologazione che vorrebbero imporci.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©