Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Lopa: puntare allo sviluppo e alla modernizzazione dell'intera filiera vitivinicola napoletana


Lopa: puntare allo sviluppo e alla modernizzazione dell'intera filiera vitivinicola napoletana
11/04/2010, 20:04

Dobbiamo conquistare i nuovi mercati. Dobbiamo continuare a lavorare sulla qualità e sulla promozione.Il settore vitivinicolo deve affrontare ancora questioni importantissime ed è pertanto necessario, che il comparto faccia ricorso al tavolo della filiera, impegnandosi ad utilizzare questo strumento come punto di riferimento per fronteggiare le future sfide. Tra queste vi è innanzi tutto quella del nuovo piano dei controlli e l'alleggerimento del carico burocratico.Cosi il Rappresentante della Consulta Nazionale dell'Agricoltura,Rosario Lopa, a margine del fine settimana a Verona al Vinitaly 2010.Bisognerà, ha sottolineato Lopa, avviare procedure snelle e garantire durezza nei controlli per evitare contraffazioni e truffe ma tutto questo non dovrà essere pagato dai produttori . Dobbiamo innestare la cultura dei controlli che non sia quella della burocrazia, del cartaceo. Su questo terreno ci giochiamo gran parte della partita che stiamo affrontando in campo internazionale.
Sottolineando ancora la centralità del sistema-filiera, ha sottolineato l'esponente dell'Agricoltura, per lo sviluppo del settore puntando, infatti, sugli elementi fondamentali della qualità e della tipicità italiani, con azioni indirizzate allo sviluppo e alla modernizzazione dell'intera filiera vitivinicola napoletana, con l'obiettivo di rendere innovativo e all'avanguardia tutto il sistema produttivo del settore.Nelle conclusioni Lopa si è anche soffermato sulla presenza della Pizza Napoletana all'interno dello stands del Mipaf. La certificazione Stg alla pizza napoletana,ottenuta quest'anno, si rivolge a prodotti agricoli e alimentari che abbiano una specificità legata al metodo di produzione o alla composizione legata alla tradizione di una zona, ma che non vengano prodotti necessariamente solo in tale zona. Una definizione che calza a pennello alla pizza, nata a Napoli ma prodotta in tutto il mondo. L'Europa ha premiato il lavoro e la tenacia dei produttori napoletani che finalmente vedono raggiunto il traguardo del marchio Stg a tutela di un prodotto simbolo della tradizione napoletana. E'una grande battaglia vinta per l'Italia. La pizza napoletana Stg è un prodotto dalla fattura solo apparentemente semplice, dunque. Ecco perché diventa ancora più importante un risultatoche Rosario Lopa, che è anche presidente del comitato di tutela e valorizzazione della Pizza Stg, definisce storico,la pizza è une delle immagini più note di Napoli nel mondo dunque fondamentale tutelarne il marchio e l'autenticità. Si spera che il riconoscimento porti maggiore visibilità a un settore caratterizzato dalla grande professionalità di artigiani e imprenditori che negli anni hanno dimostrato gli enormi passi inavanti fatti soprattutto in tema di qualità dei prodotti.Giusto,ha concluso Lopa,abbinamento Vino - Pizza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©