Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Lotta alle Leucemie, Napoli capitale della solidarietà: raccolti 7.900 euro per la sezione Ail "Bruno Rotoli"


Lotta alle Leucemie, Napoli capitale della solidarietà: raccolti 7.900 euro per la sezione Ail 'Bruno Rotoli'
11/12/2012, 15:06

Imprenditori e personaggi del mondo dello spettacolo insieme per sostenere i progetti della sezione dell'Ail "Bruno Rotoli" di Napoli (Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma). Raccolti ieri 7.900 euro dalla fondazione “Una Luce d’Amore” (istituita da A&C Network per sostenere progetti di utilità sociale) che ha organizzato alla Bougainvilla di Napoli con la 361Ondemand il Gala della solidarietà. Con la madrina Elena Santarelli c'erano Debora Salvalaggio, Elena Ossola, Cecilia Capriotti, Domenico Zambelli, Teodora Rutigliano accolti da Giuliano e Maria Annigliato, organizzatori della serata e da Ermanno Rotoli, presidente della sezione Ail Napoli. Tra cibo e musica, in compagnia del dj Dario Guida, la serata ha visto la partecipazione di numerosi imprenditori partenopei che hanno offerto il proprio contributo alla sezione Ail "Bruno Rotoli". "Bisogna fare beneficenza - ha spiegato commossa Elena  Santarelli - e aiutare la ricerca. Mio cugino ha lottato contro la leucemia e  non ce l'ha fatta, sostenere chi è impegnato nella ricerca". I fondi raccolti ieri saranno impiegati nei numerosi progetti portati avanti dall'Ail di Napoli. "Lo scorso anno - spiega il presidente Rotoli - abbiamo offerto assistenza  domiciliare a 25 ammalati in città ed in provincia. Poi diamo supporto agli  ospedali con il nostro personale e sosteniamo con una convenzione con l'università 'Federico II' gli infermieri che lavorano nella struttura di Ematologia. Con questi fondi continueremo su questa strada". Soddisfatto  Giuliano Annigliato: "Ogni anno organizziamo una serata benefica a favore di  un'associazione che opera per i più deboli e si occupa di ricerca. L'Ail ha  bisogno di supporto e in tanti hanno risposto in questa occasione al nostro
invito".  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©