Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Lungo il viaggio, due “percorsi” fotografici su trasformazione animo umano


Lungo il viaggio, due “percorsi” fotografici su trasformazione animo umano
19/04/2011, 13:04

Da venerdì 22 aprile a giovedì 12 maggio 2011, Kestè Art Bar Napoli Le 5 fasi, mostra fotografica di  Alberto Ponticelli, Officina Infernale, Squaz, Akab, Tiziano Angri, Ausonia Da sabato 23 aprile a giovedì 5 maggio 2011, Kestè D'Inner Pozzuoli Etenesh, mostra fotografica dall'ultimo lavoro di Paolo Castaldi i vernissage avranno luogo alle ore 19.00, con aperitivo.

Il progetto Lungo il viaggio nasce dalla collaborazione, ormai collaudata, fra il Napoli Comicon e Kestè Lab, e proporrà due suggestivi “percorsi” fotografici che raccontano l'animo umano, la sofferenza e la trasformazione, attraverso il viaggio spirituale e fisico.

Sarà un viaggio suggestivo e articolato fra Napoli e Pozzuoli, dalle caratteristiche molto simili alla storia del Kestè, "spazio" dall'immensa umanità che oggi ha, sicuramente, elaborato il suo lutto, finito il suo viaggio di sofferenza, per dirigersi verso un futuro tutto nuovo e radioso.

La prima mostra in programma, Le 5 fasi, si terrà dal 22 aprile al 12 maggio al Kestè Art Bar Napoli. Cinque fasi del dolore, cinque tappe, cinque strade per riuscire a prendere coscienza del sé sopito. E’ un percorso nel lutto, nella malattia, nella depressione. Un passaggio obbligato visto con gli occhi di sei autori di fumetti: Alberto Ponticelli, Officina Infernale, Squaz, Akab, Tiziano Angri e Ausonia. Un libro che offre uno sguardo lucido e dolente sulla nostra natura umana, una medicina necessaria per svegliarsi dal torpore della nostra era mediatica. Un ritorno all’umano, senza premesse e senza velleità; una necessaria ricerca della verità, che vive e pulsa nascosta sotto la scorza del non detto. Una mostra che uscirà dai confini del fumetto ed entrerà nella vostra esperienza umana.

Il modello a cinque fasi, elaborato nel 1970 da Elisabeth Kübler Ross (Zurigo, 8 luglio 1926 – Scottsdale, 24 agosto 2004), rappresenta uno strumento che permette di capire le dinamiche mentali più frequenti della persona, cui è stata diagnosticata una malattia terminale, ma gli psicoterapeuti hanno constatato che esso è valido anche ogni volta che ci sia da elaborare un lutto solo affettivo e/o ideologico. Da sottolineare che si tratta di un modello a fasi, e non a stadi, per cui le fasi possono anche alternarsi, presentarsi più volte

nel corso del tempo, con diversa intensità, e senza un preciso ordine, poichè le emozioni non seguono regole particolari, ma anzi come si manifestano, così svaniscono, magari miste e sovrapposte.

Il Kestè D’Inner Pozzuoli ospiterà, da sabato 23 aprile a giovedì 5 maggio, la mostra Etenesh, un estratto dall'ultimo lavoro omonimo (pubblicato da BeccoGiallo) del giovanissimo Paolo Castaldi. Narra la vera storia del viaggio infernale, durato due anni, intrapreso dalla protagonista, una migrante etiope, da Addis Abeba a Lampedusa. Un terribile viaggio attraverso il Sudan, il deserto del Sahara, la Libia, il Mediterraneo e, infine l'Italia, alla ricerca, e con la speranza, di un futuro migliore.

Quello di Paolo Castaldi è un fumetto che ci parla di una storia vera, ricostruita tramite testimonianza diretta. E' anche l’affresco della condizione di ricatto, paura e sfruttamento in cui migliaia di persone vengono gettate ogni giorno. In fuga dalla disperazione o semplicemente in viaggio per costruirsi un altro futuro, nei nostri territori i migranti divengono oggetto della discriminazione, di deportazioni, di sfruttamento nel lavoro. Un circolo vizioso che, dall’incertezza e dalla disperazione, crea allarme sicurezza e nuove paure, invece che prendere la direzione del costruirsi di una società finalmente meticcia, a misura di umanità.

Paolo Castaldi, autore di fumetti e illustratore milanese, debutta nel 2005 con la storia breve per Star Comics “I will never be clean again“, scritta da Adriano Barone, con il quale poi realizza “The Anomaly“, sempre per Star Comics. Nel 2007 è “Esordiente del mese” sulla rivista Scuola di Fumetto con la storia ”Io e Te“. Nel 2008 pubblica “Non troppo lontano“, fumetto storico ambientato nelle campagne milanesi durante il periodo della Resistenza, con il patrocinio del comune di Settimo Milanese. Nel 2009 inizia la collaborazione con Edizione Voilier, per la quale pubblica il romanzo a fumetti “Nuvole rapide” diviso in due volumi, il primo pubblicato a Maggio 2009, il secondo a Ottobre 2010. Nel Febbraio 2011 esce “Etenesh, l’odissea di una migrante“, edita da Becco Giallo.









Le 5 fasi, mostra di Alberto Ponticelli, Officina Infernale, Squaz, Akab, Tiziano Angri, Ausonia

Kestè Art Bar Napoli, Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli - Napoli

vernissage venerdì 22 aprile 2011, finissage giovedì 12 maggio 2011

esposizione da lunedì a venerdì, ore 10.00 - ore 02.00; sabato e domenica, ore 19.30 - 02.00

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©