Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

L'Unità d'Italia sui beni confiscati


L'Unità d'Italia sui beni confiscati
24/03/2011, 16:03

I 150 anni dell'unità d'Italia festeggiati sui beni confiscati alla criminalità organizzata. L'iniziativa "Il tricolore contro tutte le mafie. Beni confiscati alla criminalità organizzata, un futuro di legalità per l'Italia Unita", promossa dalla Presidenza del Consiglio Regionale della Campania e dalla Commissione Regionale sui Beni Confiscati, con l'adesione dell'Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, Libera Campania e Consorzio Agrorinasce, si terrà venerdì 25 marzo a partire dalle 10,00 sul bene intitolato ad Alberto Varone (vittima innocente della camorra), a Sessa Aurunca. Interverranno, tra gli altri, il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Beppe Pisanu, il Procuratore Nazionale Antimafia Pietro Grasso, il Presidente della Giunta Regionale Stefano Caldoro, il Presidente del Consiglio Regionale Paolo Romano, l?assessore all?agricoltura Vito Amendolara, il Presidente della Provincia di Caserta Domenico Zinzi, il Prefetto di Caserta Ezio Monaco, i Magistrati Raffaele Cantone, Federico Cafiero De Raho e Raffaello Magi, il Direttore dell?Agenzia Nazionale (oggi in aspettativa) Mario Morcone, Don Tonino Palmese di Libera Campania, il Presidente di Polis Paolo Siani, la giornalista Rosaria Capacchione, il presidente dell?associazione Jerry Masslo Renato Natale. «L?iniziativa» spiega il Presidente della Commissione Regionale sui beni confiscati Antonio Amato «vuole rappresentare, proprio a pochi passi da Teano, la speranza di un nuovo inizio possibile. A partire dall?utilizzo dei beni confiscati, a partire dalla lotta alle mafie, per costruire un Italia Unita dalla cultura della legalità. Certamente» prosegue Amato «sul riutilizzo dei beni confiscati esistono delle questioni aperte, delle problematicità che vanno affrontate e superate. E siamo certi che questo evento, dato lo spessore delle personalità che interverranno, potrà portare un contributo importante». Durante l?evento, che ha già ricevuto il plauso e il vivo apprezzamento della Presidenza della Repubblica, sarà illustrato anche il progetto di legge sul riutilizzo dei beni confiscati preparato dalla Commissione regionale. Nel corso della giornata, poi, sarà allestita la mostra "in terza persona plurale" con opere di Sergio Cennini e materiale proveniente dal Manicomio d'Aversa, e sarà possibile degustare i prodotti coltivati sui terreni confiscati alla camorra grazie al pranzo preparato dalla Nuova Cucina Organizzata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©