Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Si è spento dopo una lunga malattia

Lutto nel teatro. Scomparso a 69 anni Massimo Castri


Lutto nel teatro. Scomparso a 69 anni Massimo Castri
21/01/2013, 14:12

FIRENZE – Se ne è andato dopo una lunga malattia, a Firenze nella sua casa toscana, il regista Massimo Castri. Aveva 69 anni, era nato il 25 maggio a Cortona. Iniziò da giovane la sua carriera teatrale debuttando al Piccolo di Milano, mentre il suo esordio da regista è datato 1972 a Brescia con “ I costruttori d'imperi” di Vian. Numerose le sue collaborazione, tra cui con Emilia Romagna Teatro, in Toscana con l'Atelier della Costa Ovest e con il Teatro Stabile dell'Umbria. Amante di Pirandello, mise in scena “Vestire gli ignudi” , “ La vita che ti diedi” nel 1978 ed “ Il piacere dell’onestà”, “Così è se vi pare” . Uno degli ultimi contributi pirandelliani risale al 2007, opera che gli valse il premio “Gassman 2008”. Inoltre, era diventato direttore artistico del Metastasio di Prato (aveva collaborato anche per lo Stabile di Torino e per la direzione artistica del Festival internazionale teatro della Biennale di Venezia nel 2004). L’ultima sua fatica registica è stata portata in scena nell’autunno del 2011 proprio al Metastasio di Prato, quando Castri, con il prezioso contributo di Marco Plini, diede vita al teatro dell’assurdo di Ionesco con “La cantatrice calva” .

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©