Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

La tragica fine del potere

"Macbeth" - La brama di potere e i suoi pericoli


'Macbeth' - La brama di potere e i suoi pericoli
02/08/2011, 11:08

William Shakespeare ha composto la tragedia “Macbeth” tra il 1605 e il 1608, è l’archetipo della brama di potere e dei suoi pericoli.

Macbeth è il generale dell’esercito di Duncan, re di Scozia. I generali Macbeth e Banquo, hanno sconfitto le forze congiunte di Norvegia e Irlanda. Macbeth, congiunto al re, viene lodato per il suo coraggio e prodezza in battaglia. I generali poi, mentre passeggiano nella brughiera incontrano tre streghe che li stavano aspettando e pronunciano le profezie. Annunciano a Macbeth che sarà Barone di Cawdor e poi che diverrà re in futuro, Banquo, invece, sarà il capostipite di una dinastia di re.

Subito arriva Ross, un messaggero del re, e informa Macbeth del titolo che questi ha appena acquisito. Barone di Cawdor. La prima profezia è così realizzata.

Macbeth scrive alla moglie dell’incontro con le tre streghe. Quando Duncan decide di soggiornare al castello di Macbeth, a Inverness, Lady Macbeth escogita un piano per ucciderlo e assicurare il trono di Scozia al marito. Nella notte della visita, Macbeth uccide Duncan e dirotta i sospetti sulle guardie del re addormentate davanti alla porta della stanza di Duncan. Il mattino dopo arrivano Lennox, un nobile scozzese, e MacDuff, il leale barone di Tife. Macbeth uccide le tre guardie prima che queste possano reclamare la propria innocenza. I figli del re scappano. Malcom in Inghilterra e Donalbain in Irlanda. La fuga dei legittimi eredi li rende però sospetti e Macbeth sale al trono di Scozia in qualità di congiunto dell’ex re defunto.

Macbeth, però è turbato circa la profezia per cui Banquo sarebbe diventato il capostipite di una dinastia di Re. Così lo invita ad un banchetto reale, insieme al suo giovane figlio, Fleance. Macbeth ingaggia due sicari per uccidere Banquo e Fleance durante una cavalcata. Mentre gli assassini uccidono Banquo, Fleance riesce a fuggire. Al banchetto si presenta il fantasma di Banquo che siede al posto riservato a Macbeth, ma solo Macbeth può vederlo. Macbeth sconvolto, si reca dalle streghe e gli dicono di guardarsi dal nobile scozzese MacDuff, che nessuno nato da donna potrà far danno a Macbeth e che non verrà mai sconfitto finché il grande bosco di Birnan non avanzerà verso l’alto colle di Dunsinone contro di lui.

MacDuff è in esilio  in Inghilterra, Macbeth cade preda della follia omicida e manda dei sicari al castello dei MacDuff, con l’incarico di ucciderne la moglie e i giovani figli. In Inghilterra MacDuff e Malcom pianificano l’invasione della Scozia, ai soldati viene ordinato di tagliare i rami degli alberi, per mascherare il loro numero. Lady Macbeth muore, forse si suicida, Macbeth e MacDuff combattono e MacDuff decapita Macbeth.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©