Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Maggio della cultura in Campania: un brand da valorizzare


.

Maggio della cultura in Campania: un brand da valorizzare
23/04/2009, 16:04

La kermesse culturale in programma ogni anno per il mese di maggio nel capoluogo campano - quest'anno realizzata con un investimento di 700mila euro - rappresenta "un brand da valorizzare" secondo l'assessore al Turismo della Regiore Campania, Claudio Velardi, che oggi, insieme all'assessore regionale ai Trasporti Ennio Cascetta, ha presentato l'iniziativa "Primo maggio all'arrembaggio!" nella Sala Giunta di Palazzo Santa Lucia. "Un connubio particolarmente felice", come lo ha definito lo stesso Velardi, quello tra i due assessorati, che offrirà ai cittadini, il primo maggio prossimo, la possibilità di esplorare gratis in anteprima l'intinerario via mare della Baia di Napoli, mediante il servizio Coast SightSeeing, versione barca dei famosi bus utilizzati per le visite turistiche via terra che debutterà proprio in quella data. L'imbarcazione a 60 posti di colore rosso, con guide turistiche in quattro lingue, consentirà ai viaggiatori di contemplare le bellezze del panorama campano da una prospettiva inedita, sfruttando in maniera adeguata la vocazione turistica della città: "Una città come Napoli con una costa ricca di bellezze naturali non offriva finora ai turisti la possibilità di una visione dal mare - ha spiegato Velardi - E' per questo che, in collaborazione con l'assessorato ai Trasporti e con l'utilizzazione dell'Arte Card Plus, abbiamo messo a punto un sistema integrato". L'assessore regionale al Turismo si è inoltre detto ottimista sul fronte delle prospettive che riguardano la prossima stagione turistica in Campania, sulla base dei riscontri positivi registrati a Pasqua nella regione. Illustrato questa mattina, nella stessa sede, anche il progetto "Raccontami", diretto da Giulio Baffi, compreso tra le iniziative per il maggio culturale partenopeo. A partire dal 2 maggio, per cinque weekend, cento attori racconteranno storie, miti e leggende relative a cinquanta luoghi d'arte distribuiti sul territorio regionale.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©