Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Marcia della legalità: Napoli non finisce a Piazza Municipio


Marcia della legalità: Napoli non finisce a Piazza Municipio
06/07/2013, 09:52

NAPOLI - La situazione di abbandono e insicurezza in cui sono costretti a vivere i cittadini della IV Municipalità sta diventando ogni giorno più difficile e insostenibile. Un degrado che sembra ormai inarrestabile. Insicurezza e illegalità diffusa, intere aree afflitte dal fenomeno della prostituzione già dalle prime ore del mattino (Centro Direzionale, via Taddeo da Sessa), l’occupazione illegale, ad opera di un mercato insalubre ed abusivo, di piazza Principe Umberto. 

Su questi punti, semplici e diretti, nasce la nostra mobilitazione. Napoli non finisce a piazza Municipio significa che l’altra Napoli è stata abbandonata al proprio destino, lasciata morire nel silenzio e nell’indifferenza. A questo bisogna ribellarsi e dire di no. Per questi motivi abbiamo organizzato la prima marcia della legalità, che partirà dal Centro Direzionale (lato raffigurante l’Uomo Vitruviano) alle 19.00 e arriverà in piazza Principe Umberto. 

Un corteo non solo per esprimere la rabbia e l’indignazione di gente onesta che non ne può più, ma un primo passo per investire di responsabilità le istituzioni cittadine che non possono continuare a voltarsi dall’altra parte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©