Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Pier Silvio assicura: "l'Italia non rischia la monarchia"

Marina Berlusconi: “Non voglio entrare in politica”


Marina Berlusconi: “Non voglio entrare in politica”
16/11/2010, 19:11

ROMA - “L’Italia non subirà la monarchia della famiglia Berlusconi”. E' quanto afferma il secondogenito del premier, e vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio, negando il suo interesse per il palazzo. Ma prima di lui, Marina Berlusconi, presidente della società, in una nota Fininvest, aveva confermato di non volersi impegnare in politica.
Pier Silvio, per la prima volta davanti agli studenti dell’Università Cattolica di Milano, ha ribadito: “Non c’è assolutamente il rischio di monarchia nel nostro Paese. Mia sorella Marina, ha riaffermato di non avere la volontà di entrare in politica, vuole solo essere vicina a mio padre”. Pier Silvio è impegnato con Mediaset e nel rafforzare il gruppo nella televisione digitale, ammette, tra l'altro, "che sul titolo Mediaset in Piazza Affari pesa di più la situazione politica che non i conti dei primi nove mesi dell’anno, diffusi la scorsa settimana. In Borsa il gruppo risente comunque della situazione di crisi generale, quindi non solo in Italia". Il vicepresidente sottolinea: “Mediaset e quindi i suoi azionisti non devono temere un cambio della politica o una diversa ipotesi rispetto al Governo che c’è. Diamo lavoro a circa 6 mila persone più l’indotto. Siamo un’azienda sana, che ha creato lavoro e sarebbe miope non considerarlo”. Nella stessa occasione Pier Silvio Berlusconi approfitta per fare i complimenti alla Rai per il bel risultato incassato con la trasmissione di Rai3 «Vieni via con me» condotta Fabio Fazio e Roberto Saviano che ha sbancato l’Auditel con 9 milioni di telespettatori. “Il programma di Fazio è della Endemol (gruppo Mediaset) - ha menzionato il figlio del premier - che ne segue la produzione. Questa trasmissione è andata molto bene perchè se ne è parlato molto sui giornali in questi giorni e ha acceso l’attenzione del pubblico". Il vice presidente di Mediaset ha intavolato diversi argomenti con gli studenti della Cattolica partendo dalle prossime sfide del gruppo in campo digitale alla concorrenza con il gruppo Sky.
Proprio in merito al colosso di Rupert Murdoch ha chiarito: “Fare Pay-Tv vuol dire rompere il monopolio di Sky, entrato in questo mercato come unico operatore che trasmetteva le partite di calcio in diretta. La battaglia con il competitor è una sfida che ci dà soddisfazione ma serve prudenza perchè la strada è ancora lunga”. In riferimento, invece, alle prossime novità del gruppo di Cologno Monzese, Pier Silvio ha illustrato che il 26 novembre verrà lanciato un nuovo canale gratuito sul digitale terrestre, Mediaset Extra, offrendo il meglio del meglio delle produzioni d’intrattenimento di oggi e di ieri. Intanto, nei prossimi mesi saranno presentati altri canali tematici. Per quanto riguarda il canale "All News", ha precisato: "Mediaset sta rivedendo il proprio progetto iniziale in modo che converga su più piattaforme tecnologiche come Internet e gli Ipad. A breve vi daremo notizie".


 


 

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©