Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

La cantante stava denunciando il black-out informativo

Matrix: censurata la Nannini che vuole parlare di L'Aquila



Matrix: censurata la Nannini che vuole parlare di L'Aquila
23/06/2010, 11:06

MILANO - Chi ha assistito alla puntata di Matrix del 21 giugno scorso, ha potuto assistere ad uno spettacolo poco simpatico. L'argomento era l'iniziativa "Amiche per l'Abruzzo": un gruppo di donne famose, guidate da Gianna Nannini, che si stanno adoperando per raccogliere fondi per i terremotati del 6 aprile 2009 e per mantenere aperta l'informazione sul punto. Naturalmente sia la Nannini che il sindaco di L'Aquila, Massimo Cialente, cercavano di portare l'attenzione sulla situazione del capoluogo aquilano, dove la ricostruzione deve ancora partire, visto che ci sono ancora tonnellate e tonnellate di macerie delle abitazioni crollate da eliminare, e i fondi sono stati cancellati da tempo, dal governo. Il clou lo si è raggiunto nel pezzo che vedete: la cantante in studio cerca di rimarcare il totale black-out che i Tg di Rai e Mediaset hanno avuto, a proposito della manifestazione di pochi giorni prima, a cui avevano partecipato oltre 20 mila aquilani e di cui non aveva parlato quasi nessun TG. Ma il conduttore Alessio Vinci non glielo permette, sovrapponendo la sua voce ed invocando una telefonata urgente del portavoce della Protezione Civile.
Inoltre, se si aguzza l'orecchio, si sente che in sottofondo la Nannini protesta, anche se civilmente, perchè evidentemente qualcuno senza microfono (non è inquadrato, quindi non si sa chi sia) le sta dicendo di non parlarne. Tanto che Vinci ad un certo punto la zittisce, perchè dalle sue risposte si capisce più o meno cosa le stanno dicendo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©