Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Trasmesse le dichiarazioni di Erika del 2001

Matrix rispolvera il passato trash, per recuperare ascolto


Matrix rispolvera il passato trash, per recuperare ascolto
05/03/2009, 10:03

Dopo le batoste prese nelle prime puntate di questa nuova edizione di Matrix, condotta da Alessio Vinci e non più da Enrico Mentana, si cambia rotta. Ma solo nel senso più deteriore del termine, perchè è stato deciso di rispolverare una registrazione con le dichiarazioni di Erika De Nardo, la ragazza di Novi Ligure che nel 2001, a soli 16 anni, uccise a coltellate la madre e il fratellino, facendosi aiutare dal suo fidanzato Omar. In particolare, è stata trasmessa la registrazione di un filmato in cui Erika, 48 ore dopo la scoperta dei corpi, dice che a commettere l'omicidio erano stati due albanesi; versione che - data la campagna disinformativa anti stranieri già allora incominciata - generò cortei, fiaccolate, proteste ed altre iniziative razziste. Cose che poi furono dimenticate quando si scopri che i colpevoli erano i due ragazzi.
La cosa è stata gradita, visto che lo share è risalito. Ma poi? Anche se non approvo il servilismo di cui Mentana ha sempre dato sfoggio, indubbiamente aveva un suo stile preciso, che lo caratterizzava, fatto comunque du signorilità e correttezza. Ricorrere al trash, come ha fatto ieri Alessio Vinci può anche migliorare gli ascolti per qualche sera, ma è uno stile così diffuso che non resterebbe in mente agli spettatori.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©