Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Mattotti espone “Hänsel e Gretel” al MARTE Mediateca


Mattotti espone “Hänsel e Gretel” al MARTE Mediateca
13/12/2011, 11:12

Dal 13 al 31 dicembre sarà visitabile al MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni (Sa) la mostra di Lorenzo Mattotti dedicata alla celebre favola dei fratelli Grimm, “Hänsel e Gretel”. 15 tavole che con l’uso del bianco e del nero ripropongono le paure, gli smarrimenti, le ansie ed i turbamenti tipici dell’infanzia. L’esposizione è a cura del COMICON

Sarà inaugurata domani sera, martedì 13 dicembre, alle ore 19.00, presso il MARTE Mediateca di Cava de’ Tirreni (Sa), l’esposizione delle tavole originali dell’ultimo lavoro di Lorenzo Mattotti, dedicato alla celebre favola dei fratelli Grimm, “Hänsel e Gretel”. L’esposizione, a cura del COMICON e tratta dal libro “Hänsel e Gretel” edito da Occhio Acerbo, sarà visitabile fino a sabato 31 dicembre.

15 tavole che, realizzate con la tecnica dell’inchiostro di china nero su carte, propongono le paure, gli smarrimenti e le ansie dell’infanzia sullo sfondo di una fiaba classica. «Ancora Hans, ancora Gretel ed ancora i fratelli Grimm - spiega l’autore Lorenzo Mattotti - Ancora, ed ancora, fino a quando ci saranno bambini abbandonati, sfruttati, violati. Fino a quando li lasceremo soli con le loro ansie, le loro paure, senza aiutarli a crescere e ad essere indipendenti. Certo, non li abbandoniamo più nella foresta, ma a non meno insidie vanno incontro, soli, davanti allo schermo del televisore o alla consolle della play station».

Nato a Brescia nel 1954, Lorenzo Mattotti è considerato uno dei maggiori illustratori contemporanei. Esordisce alla fine degli anni ’70 come autore di fumetti e nei primi anni ’80 fonda con altri disegnatori il gruppo “Valvoline”. Nel 1984 realizza “Fuochi”, che, accolto come un evento nel mondo del fumetto, vincerà importanti premi internazionali. Pubblica su quotidiani e riviste come The New Yorker, Le Monde, Das Magazin, Suddeutsche Zeitung, Nouvel Observateur, Corriere della Sera e Repubblica. Per la moda ha interpretato i modelli dei più noti stilisti sulla rivista Vanity. Per l’infanzia illustra vari libri tra cui “Pinocchio” ed “Eugenio”, che vince nel 1993 il Grand Prix di Bratislava, uno dei massimi riconoscimenti nell’editoria per ragazzi. Numerose le sue esposizioni personali, tra le quali l’antologica al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al FransHals Museum di Haarlem ed ai Musei di Porta Romana. Realizza manifesti, copertine e campagne pubblicitarie. Sono suoi il manifesto di Cannes 2000 ed i manifesti per l’Estate Romana. Ha collaborato a “Eros” di Wong Kar-Way, Soderbergh ed Antonioni, curando i segmenti di presentazione di ogni episodio. Attualmente vive e lavora a Parigi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©