Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Maurizio de Giovanni a 360° alla Biblioteca “F. Morlicchio” di Scafati


Maurizio de Giovanni a 360° alla Biblioteca “F. Morlicchio” di Scafati
13/02/2013, 14:18

La storia del commissario Ricciardi, il rapporto con le case editrici Fandango, Mondadori ed Einaudi, l’amore sviscerato per il Napoli e l’attaccamento alla città partenopea alcuni degli argomenti che hanno visto protagonista l’autore Maurizio de Giovanni presso la Biblioteca Comunale “Francesco Morlicchio” di Scafati (Sa). L’iniziativa letteraria, dal titolo “I Giorni della Lettura: la Biblioteca incontra...”, è stata promossa dalla Biblioteca Comunale “Francesco Morlicchio” di Scafati, in collaborazione con la Città di Scafati – Assessorato alla Cultura, l’Associazione culturale cavese “Koinè” ed il Punto Einaudi di Nocera Inferiore


Si è tenuto lunedì 11 febbraio, presso la Biblioteca Comunale “Francesco Morlicchio” di Scafati (Sa), l’incontro con lo scrittore Maurizio de Giovanni dal titolo “Giallo in Biblioteca”. Organizzato dalla Biblioteca Comunale “Francesco Morlicchio”, in collaborazione con la Città di Scafati – Assessorato alla Cultura, l’Associazione culturale cavese “Koinè” ed il Punto Einaudi di Nocera Inferiore, l’appuntamento letterario rientrava nella quarta edizione del progetto “I Giorni della Lettura: la Biblioteca incontra...”.

La storia del commissario Ricciardi, il rapporto con le case editrici Fandango, Mondadori ed Einaudi, l’amore sviscerato per il Napoli e l’attaccamento alla città partenopea sono stati alcuni degli argomenti che hanno visto il vincitore del Premio Scerbanenco 2012 dialogare con Maria Benevento, Responsabile della Biblioteca Comunale scafatese, e Luca Badiali, Presidente dell’Associazione “Koinè”. L’attrice Patrizia De Martino, invece, ha letto dei passi tratti da alcuni suoi lavori editoriali, tra cui “Per Mano Mia”, “Il metodo del coccodrillo” e “Vipera”, che da novembre ad oggi ha fatto già registrare più di 50mila copie vendute.

«È un piacere che si rinnova costantemente colloquiare con l’amico Maurizio de Giovanni, con il quale è possibile ragionare a 360° su diverse ed importanti tematiche, anche per scorgere dalle sue parole le “sottigliezze” che lo rendono un autore apprezzato dal grande pubblico», ha affermato Luca Badiali. «Ospitare de Giovanni presso la Biblioteca “Francesco Morlicchio” ha rappresentato un grosso onore. E la folta platea intervenuta ne è la riprova», ha aggiunto Maria Benevento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©