Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

A Cologno Monzese si brinda per i risultati ottenuti

Mediaset festeggia:"Registrata forte crescita nel 2010"


Mediaset festeggia:'Registrata forte crescita nel 2010'
11/05/2010, 20:05

MILANO - La dirigenza Mediaset può dirsi soddisfatta degli incassi netti rilevati nei primi del 2010; con un incremento significativo dei valori d'entrata ed una crescita sensibile dell'intera azienda posseduta da Sivlio Berlusconi. 
Nella nota dei risultati trimestrali della nota emittente, infatti, si legge chiaramente che "Sulla base dei risultati conseguiti dal Gruppo nel primo trimestre, degli obiettivi di crescita dei ricavi pubblicitari e dell'obiettivo di raggiungimento del break-even operativo dell'attivita' Mediaset Premium in Italia, si conferma l'indicazione gia' espressa al termine del precedente esercizio di conseguire nel 2010 un risultato netto consolidato ed una generazione di cassa caratteristica di Gruppo superiori a quelli del 2009".
Il bel paese si dimostra dunque ancora fortemente legato alla televisione vecchia maniera e, in particolare gli inserzionisti, continuano con forza ad investire cospicue somme di denaro in pubblicità sul tubo catodico. Sempre nella succitata nota, difatti, si legge che "in Italia l'andamento degli investimenti pubblicitari televisivi sta dimostrando, anche al termine del primo trimestre, un buon dinamismo. Sulla base delle evidenze disponibili alla data odierna, il tasso di crescita stimato della raccolta pubblicitaria televisiva dei primi cinque mesi dell'esercizio dovrebbe risultare sostanzialmente allineato a quello, superiore al 5%, registrato nel primo trimestre. Anche in Spagna, nonostante un contesto congiunturale ancora debole, la nuova normativa di settore dovrebbe continuare a favorire soprattutto nella prima parte dell'anno una crescita decisamente positiva della raccolta pubblicitaria di Telecinco".
E dunque, in conclusione "per effetto di tali andamenti si conferma la previsione di poter conseguire su base annua in entrambi i mercati geografici di riferimento ricavi pubblicitari in crescita rispetto al 2009. L'entita' di tale variazione dipendera' anche dall'evoluzione del contesto economico-finanziario internazionale che attualmente rimane ancora fortemente instabile".
In poche parole, dunque, l'impero mediatico del presidente del Consiglio non solo non vacilla a causa del nuovo competitor internettiano ma anzi si rinforza e cresce in termini di fatturato anche se, tale crescita, è coincisa con importanti tagli di personale ed un regime molto vicino al "lacrime e sangue" per la maggior parte dei dipendenti. In periodo di crisi da Cologno tirano la cinghia, eliminano alcuni costi fissi reputati superflui e alla fine brindano agli obiettivi raggiunti; a dimostrazione che, in ogni caso, quel 70% di italiani ancora fedelissimo del piccolo schermo, conta ancora decisamente di più dell'attivo popolo web. Di certo, in ogni caso, anche la Mediaset dovrà prima o poi confrontarsi con il mercato libero e concorrenziale di internet con risultati che, prevedibilmente, non saranno più così gratificanti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©