Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

"Metamorfosi delle geometrie", luogo mentale libero e in continua evoluzione


'Metamorfosi delle geometrie', luogo mentale libero e in continua evoluzione
09/11/2011, 11:11

Sdoganare la geometria dalle semplici formule e dai teoremi, tramutandola, all'occorrenza in un luogo mentale libero e in continua evoluzione strutturale e cromatica. Sarà inaugurata venerdì 11 novembre 2011 (ore 18:30) negli spazi espositivi di Villa di Donato a Napoli la mostra di pittura "Metamorfosi delle geometrie", organizzata dall' Associazione Culturale Art1307, che vedrà protagonisti a confronto, due tra gli artisti più innovativi e interessanti del panorama mondiale: Marco Casentini e Gary Paller. Due stili diversi, ma che trovano corrispondenze nelle forme geometriche, Casentini e Paller presenteranno alla platea partenopea le loro opere nate dalla volontà di usare la geometria non solo come spazio o luogo ma soprattutto come sensazione, come specchio dell'anima e della mente, capace di mutare forma e dimensione in un batter di ciglia. Si tratta, insomma, di una doppia personale. Infatti, per l'occasione gli spazi della prestigiosa residenza napoletana saranno divisi in due per dare il giusto risalto alle opere dei pittori. "Casentini e Paller sono espressione di un nuovo “mondo geometrico”, una nuova o semplicemente diversa ipotesi geometrica; una diversa visione della forma- questo il commento di Cynthia Penna, curatrice della mostra- due realtà confrontabili nella loro totale diversità”. “ I due artisti – continua la curatrice- incarnano nelle loro opere due vite, mentalità parallele e due modi di fare arte che, pur restando ognuno nel suo ambito distintivo, si confrontano e si intersecano sul piano del colore e della forma dando origine ad espressioni di emotività palpitante”. La mostra è patrocinata dal Consolato degli Stati Uniti d'America di Napoli.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©