Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Michael Jackson non poteva cantare ai concerti


Michael Jackson non poteva cantare ai concerti
29/06/2009, 11:06

Man mano che passa il tempo, aumentano le cose di cui si viene a conoscenza della situazione di Michael Jackson, morto venerdì notte. Ian Halperin, autore di una biografia sul cantante, ha dichiarato che Michael Jackson non avrebbe potuto fare neanche uno dei 50 concerti in programma, perchè non riusciva più a cantare a causa di forti difficoltà respiratorie. La cosa sarebbe confermata da una fonte vicina alla famiglia Jackson, che avrebbe parlato di una alterazione genetica che non permetteva al fegato di Jacko di sintetizzare una proteina, la Alfa-1 Antitripsina o AAT. Questa proteina svolge un ruolo importantissimo nell'attività respiratoria e la sua assenza può provocare degli enfisemi polmonari, cioè blocca l'assorbimento dell'ossigeno da parte dei polmoni. Se questo fosse vero, avremmo la spiegazione di tante che in passato sono state definite "eccentricità". Per esempio della camera iperbarica in cui dormire. Infatti il respirare ossigeno puro è una misura che, usata occasionalmente, aumenta la quantità di ossigeno nel sangue, anche se alla lunga si infiammano i polmoni. E anche il fatto di usare la mascherina ad ossigeno o di essere trasportato in sedia a rotelle si inquadra nella situazione. Infatti, anche camminare diventa faticoso se respiri male. E' probabile che molti dei medicinali che il cantante prendeva ultimamente servissero proprio per rimetterlo in forma. E ne aveva bisogno: il cantante pesava solo 56 chilogrammi, evidentemente troppo poco; con i capelli grigi coperti da parrucche nere e i lineamenti segnati da troppi interventi e da una perenne stanchezza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©