Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Midihands @ CoopCorp Festival


Midihands @ CoopCorp Festival
09/03/2009, 12:03

Nel mese di Marzo Girona (Spagna) è animata da CoopCorp Festival,importante rassegna annuale di cultura digitale ed elettronica, che ha luogo negli spazi del Centro Cultural de la Mercè e dell'Estaciò Espai Jove. Un susseguirsi di conferenze, performance e show ispirati alla riflessione sui nuovi linguaggi e sui nuovi media. In questo brulicante scenario si esibiranno i MidiHands, ospiti d’eccezione della serata conclusiva del 14 Marzo.
MidiHands è un innovativo progetto nato dalla creatività di menti e mani di un gruppo di artisti pugliesi impegnati da anni nella ricerca e sperimentazione audio-video. L’eclettico spettacolo ruota attorno all’implementazione di un’intrigante tecnologia, uno strumento musicale visivo ed elettro-acustico, capace di interfacciarsi ed interagire con diverse modalità di espressione artistica e di coinvolgere attivamente gli spettatori nella creazione della performance.
Più in dettaglio, l’interfaccia MidiHands ha assunto la forma di un tavolo interattivo e multimediale costituito da una superficie sensibile che, superando il touch-screen e reinterpretando l’intuizione del Theramin, reagisce al movimento corporeo, ovvero crea un’interazione attraverso il solo movimento delle “mani midi” nell’aria! Possono così essere controllate infinite sequenze di suoni e immagini. Ne deriva un inedito concept del live set e dell’intrattenimento, un’install-azione dal forte impatto sonoro ed estetico, fisico ed emotivo.
 
Partendo dal Reactable, sviluppato da un gruppo di ricercatori di Music Technology dell'Istituto Audiovisivo dell'Università Pompeu Fabra di Barcellona, i MidiHands hanno realizzato un loro originale prototipo con cui dar vita a sempre diverse performance polisensoriali. Le “mani midi” producono un flusso integrato di synth, beat, melodie e immagini, generando un impatto immediato ed eccezionale per chi osserva e interagisce con lo show. L’ibridazione del digitale con un controllo misticamente analogico riporta il suono al suo significato primordiale di onde sonore, sensibili al movimento delle MidiHands. Il suono-immagine espresso tramite la propria fisicità incrementa e rende intuitiva la comunicazione, crea un sentire polisensoriale e condiviso fra i presenti.
 
I MidiHands hanno partecipato a diversi eventi di particolare rilievo suscitando stupore e acclamati consensi da parte del grande pubblico e dei professionisti del settore: nel Luglio 2007 hanno preso parte all’annuale rassegna musicale Estate Romana dell’Università La Sapienza di Roma, nel settembre dello stesso anno al LPM (LivePerfomingMeeting). Si sono esibiti in numerosi live e installazioni in club italiani e all’interno di ulteriori rassegne e festival come FestArte, concorso internazionale di videoarte patrocinatodal Ministero dell’Ambiente; Elettrowave Night; e, ancora,in un incredibile featuring con Mc Spex degli Asian Dub Foundation durante la manifestazione Chi vuole Intendere Intenda; nel Giugno 2008 il gruppo ha partecipato al MUV Festival diFirenze, nell’estate dello stesso anno il loro show è approdato all’interno della XIII Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, e al Plug’n’Play – Festival Internazionale di Musica Elettronica che ha visto la partecipazione dei più famosi dj del genere tra cui Jeff Mills, Shinedoe, Carl Graig, Magda e Alex Under.
 
MidiHands si evolve costantemente grazie alla sinergia fra le competenze che sostengono il progetto. Le “midi mani” sono di Gianfranco Fuso, Francesco Navach e Francesca Mele, il suono di Giancarlo Pansini, gli scratch di Daniele Devito, la voce del MC Giulio Russo. Al progetto prendono parte, inoltre, Luigia Bottalico (Comunicazione, Ufficio Stampa, Fotografia), Eugenio Laddago (Video, Montaggio), Francesco Scandale (Scenografia, Sceneggiatura), Daniele Dal Sasso (Ricerca & Sviluppo). La produzione, la direzione artistica e il project management sono curati dalla Jumble Solution di Fernando Fatelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©