Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Milano, III edizione dell'Italian Leadership Award

700 persone hanno riempito l’Aula Magna della Bicocca

Milano, III edizione dell'Italian Leadership Award
07/10/2013, 16:45

MILANO – Si è chiuso ieri l’evento organizzato da HRD Training Group e da Roberto Re dedicato alla leadership e che ha visto la partecipazione di circa 700 persone. Sabato 5 e domenica 6 ottobre, presso l’Aula Magna dell’Università Bicocca di Milano, si è tenuta, infatti, la terza edizione dell’ Italian Leadership Event, unico evento in Italia dedicato alla leadership. Anche quest’anno diversi ospiti illustri hanno raccontato e condiviso con i partecipanti le proprie storie, svelando i momenti chiave del cammino che li ha portati al successo e raccontando dettagli e aneddoti, alcuni divertenti e curiosi, altri amari e più difficili, del proprio vissuto personale e professionale.
Anche quest’anno i proventi delle due giornate sono stati devoluti alla comunità Exodus di don Antonio Mazzi. Nella giornata di sabato gli ospiti in sala sono stati Fabio Talin (CEO TrueStar Group, l’innovativo sistema di imballaggio di bagagli presente negli aeroporti di 17 Paesi del mondo), Fatma Ruffini (produttrice televisiva con alle spalle 30 anni di carriera nelle reti Mediaset), Martina Colombari (testimonial e volontaria della Fondazione Francesca Rava NPH Italia Onlus, che si occupa di minori in condizioni di disagio in italia e nel mondo), Giovanni Rana (storico imprenditore italiano, fondatore dell’omonima azienda di pasta fresca, il primo ad aver investito associando l’immagine della propria persona ai valori dell’azienda, in pubblicità) per chiudere poi con Flavio Briatore (imprenditore del settore del lusso, manager di Formula 1 e mitico ‘Boss’ di ‘The Apprentice’), che si è concesso al pubblico per un ‘uno contro tutti’ di un’ora e mezza. La serata si è conclusa con Cristiano Militello, che ha intrattenuto la platea con un piccolo intermezzo comico sui migliori striscioni da stadio degli ultimi anni.
La giornata di domenica è stata suddivisa in due parti:  In mattinata la formazione, con tre seminari tenuti da alcuni dei più importanti trainer italiani (Frank Merenda, formatore specializzato in Sales Positioning, Sebastiano Zanolli, AD di 55DSL e Raffaele Tovazzi, Master Trainer di PNL e negoziazione), mentre il pomeriggio ha visto alternarsi sul palco altri ospiti d’eccezione: Mauro Coruzzi, in arte Platinette (speaker radiofonico, autore televisivo e drag queen che ha sdoganato con ironia e lucidità temi tabù, in televisione e in radio), Giusy Versace (atleta paralimpica, rimasta senza gambe in seguito a un incidente stradale, con all’attivo il record europeo dei 100 metri). L’evento si è concluso con l’intervento di Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus.
Dopo il successo delle prime due edizioni, il premio, ideato da Roberto Re, uno dei più importanti formatori europei, è tornato con la formula vincente già sperimentata nelle due precedenti edizioni: un “mix” tra convegno, momenti di apprendimento formativo e gala ricco di ospiti. Come lo stesso Re afferma, “Un leader è una persona che punta al meglio e spesso lo ottiene perché si mette in prima linea, pronto a giocare, disponibile, affidabile, carismatico, una persona con grandi obiettivi, e con i mezzi necessari per poterli realizzare. Una persona che fa la differenza, che sa esprimere le proprie emozioni senza inibizione. Un leader non solo crea la sua vita, ma è un esempio per chi gli sta accanto, motivando le persone a prendere in mano la propria vita.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©