Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

"Moderne cantastorie, parole e riflessioni di donne"

Un'antologia curata da Mara Iovene e Francesca Vitelli

'Moderne cantastorie, parole e riflessioni di donne'
11/06/2013, 12:05

NAPOLI - Sarà presentato mercoledì 12 giugno, alle ore 17,30 il libro "Moderne cantastorie, parole e riflessioni di donne", un'antologia curata da Mara Iovene e Francesca Vitelli per Valtrend Editore.

L'evento si svolgerà al Tennis Club del Vomero in via Gioacchino Rossini 6.

L'antologia contiene racconti di Rebecca Di Matteo, Caterina Fanni, Fiorella Federici, Mariamichela Formisano, Matilde Iaccarino, Anna La Rocca, Marilena Lucente, Maria Caterina Magliocca, Manuela Piancastelli, Marianna Vitale, Francesca Vitelli; saggi, poesie e testimonianze di Maria Luisa Bruto, Rosaria Ciardiello, Michela Guadagno, Gemma Russo, Angela Schiavone, Elena Soriga e vite di Anna Maria Alfani, Annamaria Cirillo, Marina Comenale Pinto, Rosa Dell'Aversana, Gina Ferrigno, Luisa Festa, Pina Foti, Lorenza Mancini, Elena Martusciello, Gabriella Panevino, Jole Pirozzi, Stefania Rinaldi, Adele Stefania Scarano e Anna Serrato.

"Con questa antologia scritta da donne - scrivono le autrici - non pensiamo né di cambiare il mondo né di dar vita al fenomeno editoriale dell'anno, semplicemente abbiamo avvertito prepotentemente, come casa editrice, di dover fare qualcosa. Perché crediamo fermamente che tutti gli stereotipi attribuiti per secoli al mondo femminile siano i maggiori responsabili di quello che, mai come in questo momento, è purtroppo sotto gli occhi di tutti: un incremento della violenza sulle donne nel nostro Paese, in particolare nella nostra regione, la Campania, che vive un tristissimo primato con 124 donne uccise nel solo 2012. L'idea di questa antologia nasce per dare la parola alle donne e farle parlare in prima persona. Con la nostra voce vogliamo raccontare chi siamo, cosa proviamo e cosa vogliamo, da dove siamo partite e dove vogliamo arrivare; perseguire i nostri sogni e le nostre speranze, ma anche affrontare gli errori commessi e parlarne; intendiamo proporre, in particolare alle giovani generazioni, modelli positivi di donne che lottano quotidianamente per costruire la propria esistenza con orgoglio e dignità, senza mercanteggiare il proprio inserimento lavorativo. Non vogliamo riproporre lotte tra sessi, ma costruire momenti di riflessione e confronto insieme a tutti coloro - uomini e donne - che rifiutano la sopraffazione e la violenza a qualunque livello e credono nel rispetto, nell'amore, nella pace e nella solidarietà umana. Ogni donna ha raccontato la sua storia, ognuna con la propria verve, con le personali conoscenze e competenze, arricchendola con humor e peculiarità di linguaggio, spaziando dalla narrativa, alla poesia, alla saggistica, alle interviste. Ci sono racconti "forti" che inducono a profonde considerazioni, altri invece, scritti da archeologhe, ci hanno fornito delle preziose informazioni sul ruolo delle donne in società, economie e culture precedenti, e interessanti spunti di riflessione sul tema, seppure in un contesto narrativo e divulgativo. Infine, abbiamo intervistato delle donne sui temi della conciliazione, dell'autonomia e della differenza di genere".

Curatrice del volume con Mara Iovene, editore, è Francesca Vitelli, consulente per l'imprenditoria femminile, da sempre impegnata sul fronte delle pari opportunità e della conciliazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©