Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Montella: mercato biologico, l'albero vagabondo, workshop sull'acqua


Montella: mercato biologico, l'albero vagabondo, workshop sull'acqua
08/06/2012, 08:06

Domenica 10 giugno a partire dalle 9.30 fino alle 22.00, presso il Santuario di San Francesco a Folloni, Montella (AV) si terrà la manifestazione Anthos neos (fiore nuovo) con il Patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Circolo della Stampa di Avellino.

Tre i momenti principali. Alle 9.30 il Mercato senza Mercanti, fiera delle autoproduzioni biologiche del circuito regionale Ragnatela con gli artisti di strada di Vico Pazzariello, alle 10.00 l’installazione di arte nel sociale contro le discariche in montagna L’Albero Vagabondo e alle 17.00 il workshop sulla Sostenibilità del sistema idrico irpino, dibattito aperto focalizzato sulla situazione del fiume Calore e della Piana del Dragone.

Grazie all’ospitalità dei Frati minori conventuali e nell’ambito delle festività in onore di Sant’Antonio (Anthos neos), da cui trae origine il nome dell’evento, è stato possibile immaginare una intera giornata di riflessione sulle criticità del territorio. Si è cercato di lanciare, fin dal nome - nuovo fiore - un messaggio di speranza nonostante le molteplici criticità ambientali che attanagliano i monti Terminio e Cervialto, serbatoio idrico dell’Italia meridionale, dalle cui sorgenti si prelevano 15.000 litri al secondo servendo circa 5 milioni di persone in tre regioni.

L’aggregazione di più associazioni, organizzazioni, studiosi e tecnici ha l’obiettivo di avvicinare chi abita le nostre montagne ad un percorso di sensibilizzazione ambientale prospettando lo scenario possibile di una agricoltura meno impattante, stimolando ad un maggiore senso civico e contribuendo al dibattito sulle criticità del sistema idrico irpino.

La giornata inizia alle 9.30 con il mercato biologico del circuito Ragna-tela all’interno dell’area pic nic del Convento che continua fino alle 22.00. Ortaggi, frutta, dolci, marmellate, vino, birra, miele, formaggi, carni, pane, pasta e pizze da farine prodotte con antiche varietà di grano. Tutto rigorosamente proveniente da produzioni biologiche. Musicisti popolari e artisti di strada dell’Associazione Vico Pazzariello di Napoli, primo Teatro di strada, saranno presenti nel corso della giornata. Il circuito Ragna-tela nasce in Campania nel 2008 come aggregazione di produttori-consumatori. Presenta eventi a cadenza mensile sul territorio campano ed è parte integrante del circuito Genuino Clandestino. Inoltre rappresenta Campagna Contadina in seno al forum Europeo sulla Sovranità Alimentare tenutosi a Kreims in Austria in agosto 2011 e a Marzo al Palazzo delle Regioni a Bruxelles. Ragnatela sostiene tutte le realtà – tra cui Accoglienza Rurale Terra e Libertà, riferimento della rete a Montella - che fanno parte del circuito partecipando agli eventi tenuti nei vari territori.



Alle ore 10.30 la Festa del colore dell’Albero Vagabondo. Il viaggio dell’Albero Vagabondo, iniziato nel 2008, continua a Montella per sensibilizzare i cittadini al problema delle discariche in montagna. La scultura formata da rifiuti sarà installata al centro del prato, di fronte al Convento e il maestro Giovanni Spiniello guiderà l’azione di arte nel sociale alla quale potranno partecipare, fino ad esaurimento materiale, bambini e genitori. Le opere dei bambini verranno installate sui rifiuti in montagna e lungo i fiumi per ricordare, attraverso l’innocenza della fantasia e dell’immaginazione, la necessità di salvaguardare e tutelare il nostro patrimonio ambientale.



Alle 17.00 il workshop “Sostenibilità dell’uso della risorsa idrica in Irpinia: la Piana del Dragone e il fiume Calore”. Moderatore Giovanni De Feo, Università di Salerno, intervengono: Maurizio Galasso, direttore tecnico Bierre Chimica; Fabio Capone, Vice Presidente Comitato Tutela Fiume Calore; Sabino Aquino, Presidente Parco Regionale del Partenio. Nel corso dell’incontro sarà proiettato il documentario “Le Acque Irpine. Il fiume Calore” realizzato dalla Web Tv Uànm in collaborazione con il Comitato Tutela Fiume Calore che affronta il problema della captazione delle sorgenti e dell’inquinamento dei fiumi provocato dai depuratori.



Si ringrazia, inoltre, l’Assessorato all’agricoltura di Bagnoli Irpino per la donazione delle antiche varietà di meli irpini installate nell’orto del Convento e il Centro di Educazione Ambientale del Comune di Montella e l’ASN Onlus per i pannelli su flora e fauna dei Monti Picentini.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©